Proverbi africani: detti e modi di dire

Raccolta di proverbi africani, detti e modi di dire popolari in Africa tradotti in italiano, come testimonianza della saggezza dei vari popoli presenti in questo continente variegato.

proverbi africani

Proverbi africani

– La donna che Dio ti ha destinata è migliore di quella scelta dall’occhio.

– Ambiguo come il pipistrello, mezzo animale e mezzo uccello.

– Il cammino attraverso la foresta è lungo solo se non si ama la persona che vi va a trovare.

– Dove si vedono le tracce di un gatto, non si vedono quelle del topo.

– Se vuoi essere disprezzato, sposati; se vuoi essere apprezzato, muori.

– Un visitatore prudente e accorto apre gli occhi, ma non la bocca.

– Quando vedi la luna circondata da un alone, c’è un re che da qualche parte viaggia in quel chiarore.

– Chi non ha recinto attorno al suo terreno non ha nemici.

– La ragazza bella non è senza difetti.

– Non sbarazzarti dei remi finché la piroga non è a riva.

– La vita è un ramo di palma piegato dai venti.

– Se qualcuno vi dà la parte bianca del pollo, non chiedete anche la zampa.

– Non è la mano che dona, ma il cuore.

– La carpa muore là dove si trovano le sue uova.

– Non c’è bisogno di mostrare l’elefante con il dito.

– Saper nuotare e andare a cavallo è bene, ma conoscere se stessi è meglio.

– Quando gli elefanti combattono è l’erba a soffrire.

– In una narice non si introducono due dita.

– Il leopardo non dorme su un ramo secco.

– I bambini sono la luna che splende.

– Finché ti si prende in giro vuol dire che sei vivo; quando ti si piange vuol dire che sei morto.

– Il nemico dell’uomo è la sua lingua.

– La menzogna dà dei fiori ma non dei frutti.

– Chi pensa a ciò che dice la gente non si riempie il piatto.

– Si giudicherà di te seguendo il colore delle tue tracce.

– Il mare calmo non rende bravo il marinaio.

– Il sole e la luna sono le migliori lampade.

– Ogni corso d’acqua ha la sua sorgente.

– Il gufo ha gli occhi brutti fin da quando è nell’uovo.

– Se il coltello è ben affilato, bisogna camminare con prudenza.

– La ricchezza sopra la testa della figlia non sazia nessuno: sazia solo ciò che trovi con la tua mano.

– Sulla sponda degli ippopotami non vi è né piroga, né remo.

– Chi non viaggia non conosce il valore degli uomini.

– Chi non sa una cosa ne conosce un’altra.

– È meglio aiutare qualcuno che lotta, e non un morto di fame, poiché in questo non trovi gratitudine.

– Il sole attraversa i confini del tempo e laggiù nessuna freccia di uomo maligno può raggiungerlo.

– Se aspetti il domani, il domani verrà; se non aspetti il domani, il domani verrà.

– Confidare un segreto ad una persona indegna è come avere tra le mani un sacco bucato di grano.

– La gallina non canta davanti al gallo.

– Anche se nessuno ti ama, troverai sempre qualcuno disposto a tagliarti i capelli.

– Il cammino attraverso la foresta è lungo solo se non si ama la persona che si va a trovare.

– Scuotere la testa non priva l’asino delle orecchie.

– Quando il cuore è pieno di ira, essa esce dalla bocca.

– Un uomo saggio non conosce mai tutto, solo gli stupidi sanno tutto.

– L’oasi è fatta per il corpo, il deserto per l’anima.

– Nel grembo della madre il bambino non manca di nulla.

– Il sole e la luna sono le migliori lampade.

– Amare chi non ti ama, è amare la pioggia che cade nella foresta.

– Chi non ha sofferto, non sa condividere le sofferenze altrui.

– Coloro che salgono in una stessa piroga, hanno le stesse aspirazioni.

– Se rifiuti di essere raddrizzato quando sei verde, non sarai raddrizzato quando sei secco.

– Il rimedio del freddo è il fuoco; il rimedio della tristezza è la bontà.

– Chi vive in prossimità dell’acqua sa nuotare.

– Non fa mai notte dove ci si ama.

– Il giovane cammina più veloce dell’anziano, ma l’anziano conosce la strada.

– Il cane non dimentica il padrone.

– Non riesci ad evitare la sofferenza, solo la morte ti può liberare.

– Chi arriva per primo alla sorgente beve l’acqua più pura.

– I lavori delle donne sono numerosi come le stelle del cielo.

– Se sai gioire per le gioie altrui, sei il più degno abitante del villaggio.

– Anche a un elefante basta un sol giorno per morire.

– Chi colpisce la pelle, ferisce la carne.

– L’acqua del fiume scorre sempre verso il basso.

– Se volete conservare un segreto, affidatelo al vento che passa, ma non a una donna.

– Anche il leone deve difendersi dalle mosche.

– Dove tutto è bruciato il fuoco non ritorna più.

– Chi corre sempre, saprà sempre meno cose di colui che resta calmo e riflette.

– Il fiume ha voluto fare di testa sua e si è smarrito.

– Mettiti in cammino anche se l’ora non ti piace. Quando arriverai l’ora ti sarà comunque gradita.

– Quando un uomo anziano muore, viene bruciata una libreria.

– Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme.

– Si genera un uomo, non il suo cuore.

– Bacia la mano che non puoi tagliare.

– Solo quando i leoni si metteranno a scrivere la storia, i cacciatori cesseranno di essere degli eroi.

– Ciò che non si fa a una damigiana non si fa a una borraccia.

– La iena non dorme con le pecore.

– Quando uno ha mangiato salato, non può più mangiare senza sale.

– Un bel corpo può nascondere un cuore cattivo.

– Anche se l’elefante è dimagrito, non oserà attraversare un ponte di liane.

– Perché le unghie di un pigro sono lunghe? Per grattarsi la pancia quando ha fame.

– L’individuo muore, la famiglia continua.

– La famiglia matura con il dialogo.

– Tu puoi distanziare quello che corre dietro di te ma non quello che corre dentro di te.

– Una gallina che cerca per terra non dorme affamata.

– Il cuore dell’uomo non è un sacco dove chiunque possa mettere la mano.

– L’amicizia è una strada che scompare nella sabbia se non la si rifà senza posa.

– Tieniti stretto un vero amico con entrambe le mani.

– La formica non può attraversare un corso d’acqua senza un ponte.

– Il pesce è forte solo nell’acqua.

– I saggi parlano parole semplici.

– Lo straniero è come un fratello che non hai mai incontrato.

– Chi vuole il carbone sopporta il fumo.

– I topi dell’avaro sono più grassi di lui.

– Un cane non inciampa due volte contro la stessa pietra.

– Chi cammina sul letamaio dovrà poi lavarsi i piedi.

– Lo stregone muore, ma le sue medicine conservano la loro forza.

– Il passato rivive ogni giorno perché non è mai passato.

– Il cuore dell’uomo non è un sacco dove chiunque possa mettere la mano.

– La farfalla non conta gli anni, ma gli istanti: per questo il suo breve tempo le basta.

– Lo scoiattolo è piccolo, ma non è schiavo dell’elefante.

– Un solo anello al braccio non fa rumore.

– Il tempo è come un uccello; se non lo prendete, vola via.

– Le belle parole sono come i fiori, le belle azioni come i frutti.

– I sogni del cane restano dentro di lui.

– Il giorno non ritorna indietro.

– Per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio.

– Le tempeste dell’anima sono peggiori delle tempeste di sabbia.

– Solo il padrone può riprendersi l’osso dalla gola del cane.

– La giovinezza non ti lascia le mani vuote.

– L’opinione dell’intelligente è meglio della certezza dell’ignorante.

– Lo straniero ha occhi grandi, ma non vede quello che accade nel villaggio.

– L’occhio non mangia l’arancia, ma sa che è dolce.

– Sotto l’albero che non è marcio non crescono i funghi.

– La luna mostra il sentiero, ma non i pericoli della strada.

– Nel buio, tutti i gatti sono leopardi.

– Chi sorveglia due termitai se ne ritorna a mani vuote.

– Il solo profitto di un’adulazione è che, sentendo ciò che non siamo, noi possiamo istruirci su ciò che dovremmo essere.

– Le banane non sorvegliate appartengono a tutti.