Proverbi russi: detti e modi di dire

proverbi russi

Raccolta di proverbi russi, detti e modi di dire popolari in Russia tradotti in italiano, come testimonianza della saggezza del suo popolo capace di interpretare al meglio l’essenza delle cose.

Proverbi russi

– Chi possiede il Volga possiede la Russia.

– Tu sei a una spanna da lui, ma lui è a un passo da te.

– Non rimproverare lo specchio se la tua faccia è storta.

– Casa che ha un buon vicino, val più di qualche fiorino.

– Sii umile come un agnello, diligente come un’ape, bello come un uccello del paradiso, fedele come una tortora.

– Una gallina raccoglie un seme per volta, ma si sazia.

– Prega Dio, ma continua sempre a remare verso la riva.

– Affrettarsi va bene solo per la cattura delle mosche.

– Non esistono donne brutte. Esiste solo poca vodka.

– Gli scacchi ed il vino sono nati fratelli.

– Il pescatore vede il pescatore da lontano.

– Se vivi con i lupi, devi ululare come un lupo.

– Cadere è permesso, alzarsi è obbligatorio.

– Se vivi con i lupi, devi ululare come un lupo.

– Chiunque neghi al gatto il latte scremato dovrà dare la panna al topo.

– Con le bugie si può andare avanti in tutto il mondo – ma non si può mai tornare indietro.

– Ciò che piace ai gatti, piace alle donne.

– L’amicizia è come il vetro, una volta rotto, non si ripara più.

– Solo un cattivo soldato non spera di diventare generale.

– Dio ci dà le noci, ma non ce le schiaccia.

– Studiare è luce; non studiare è oscurità.

– Chi sta sul bollitore non lo fa bollire.

– La legge è come il timone, va dove la giri.

– Il vino fermenta. La stupidità mai.

– La chiesa è vicina, ma la strada è scivolosa, l’osteria è lontana, ma la strada è facile.

– Non c’è vergogna nel non sapere; la vergogna sta nel non scoprirlo.

– La gallina non è un uccello, la donna non è un essere umano.

– Nella foresta gli alberi sono ineguali, così nel mondo gli uomini.

– La ricchezza è acqua: viene e va.

– C’e luce sotto il sole, c’è calore accanto ad una madre.

– Prenditi una donna che sa il fatto suo e non ti lascerà mai dire una parola.

– La povertà ha bisogno di molto, l’avarizia di tutto.

– Sette problemi una risposta.

– Quando il denaro parla, la verità tace.

– Mosca non fu costruita in un giorno solo.

– Se fai in fretta, farai ridere la gente.

– Un figlio non è un figlio, due figli sono la metà un figlio, tre figli sono un figlio.

– E’ l’uccello più veloce che afferra il verme.

– Un ospite indesiderato è peggio di un tartaro.

– Il formaggio gratis si trova solo nella trappola per topi.

– Con un aiutante mille cose sono possibili.

– Se le mogli fossero buone, Dio si sarebbe già sposato.

– Il genio è la semplicità.

– Se rincorri due conigli non ne acchiappi nessuno.

– Se sai di sapere molto stai diventando vecchio.

– Non si possono insegnare trucchi nuovi a un vecchio gatto.

– Hai un segreto? Confidalo al tuo gatto. Non lo saprà mai nessuno.

– Il cavallo del cosacco deve avere il ventre di una formica per sopportare la fame, il pelo lungo per non patire il freddo, il piede largo per marciare sulla palude e l’orecchio teso per udire la voce del nemico.

– Sulla lingua c’è il miele, e nel cuore c’è ghiaccio.

– Ogni beccaccia loda la sua palude.

– Chi ha una bella sorella ha anche molti amici.

– Misura sette volte prima di tagliare.

– La brevità è sorella del talento.

– Per quanto tu ora sia vicino a un determinato obiettivo non sei comunque ancora in grado di raggiungerlo.

– La corda è buona quando è lunga; il discorso è buono quando è breve.

– Prenditi una donna che sa il fatto suo e non ti lascerà mai dire una parola.

– Una parola gentile è come un giorno di primavera.

– Come Dio per gli uomini, così il padre per i figli.

– Il pessimista è uno che si è informato.

– Durante la guerra il ferro è più caro dell’oro.

– Non esiste amore così ardente che non possa essere raffreddato da un matrimonio.

– Quando le cose vanno bene, non cercare mai di farle migliorare.

– L’uomo propone e Dio dispone.

– Non mi importa del tuo regalo, ma del tuo amore.

– Nel monastero altrui non si va con le proprie leggi.

– Là dove tutti rubano, nessuno è ladro.

– Si impara a conoscere bene la gente giocando a scacchi e viaggiando.

– Nel monastero altrui non si va con le proprie leggi.

– Soltanto il Cremlino è più bello di Mosca, soltanto il Cielo è più bello del Cremlino.

– In qualsiasi mercato esistono due tipi di folli: chi non fa pagare abbastanza e chi fa pagare troppo.