Salmo 43

CommentoNel salmo 43 il protagonista è un uomo accusato da gente senza scrupoli, che chiede a Dio giustizia e di essere difeso dalle calunnie. Nonostante questo le cose sembrano peggiorare al punto che comincia a pensare che Dio lo abbia rifiutato. Per questo motivo chiede a Dio di esaminarlo nel profondo, invocando luce e verità, affinchè sia guidato nel pellegrinaggio al monte santo e ai santuari di tutto il paese dove viene celebrata l’Eucarestia. Crede fermamente che, appena arriverà all’altare di Dio, avrà il cuore rinnovato e traboccante di gioia, a tal punto che si metterà a cantare con la cetra le lodi a Dio e questo darà a lui grande forza per non farsi tentare dallo scoraggiamento sempre in agguato.

salmo 43

Salmo 43 completo

[1] Fammi giustizia, o Dio, difendi la mia causa contro gente spietata; liberami dall’uomo iniquo e fallace.

[2] Tu sei il Dio della mia difesa; perché mi respingi, perché triste me ne vado, oppresso dal nemico?

[3] Manda la tua verità e la tua luce; siano esse a guidarmi, mi portino al tuo monte santo e alle tue dimore.

[4] Verrò all’altare di Dio, al Dio della mia gioia, del mio giubilo. A te canterò con la cetra, Dio, Dio mio.

[5] Perché ti rattristi, anima mia, perché su di me gemi? Spera in Dio: ancora potrò lodarlo, lui, salvezza del mio volto e mio Dio.