Salmo 130

CommentoL’autore del salmo 130 prega Dio insistentemente con tutto il cuore, in quanto è pervaso da un vasto senso di tribolazione che lo conduce all’angoscia. Si qualifica come un povero peccatore e chiede al Signore di ascoltarlo, nonostante non lo meriti, perchè sa che la pietà di Dio supera il peccato conducendo alla salvezza.

salmo 130

Salmo 130 completo

[1] Canto delle ascensioni. Dal profondo a te grido, o Signore;

[2] Signore, ascolta la mia voce. Siano i tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera.

[3] Se consideri le colpe, Signore, Signore, chi potrà sussistere?

[4] Ma presso di te è il perdono: e avremo il tuo timore.

[5] Io spero nel Signore, l’anima mia spera nella sua parola.

[6] L’anima mia attende il Signore più che le sentinelle l’aurora.

[7] Israele attenda il Signore, perché presso il Signore è la misericordia e grande presso di lui la redenzione.

[8] Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.