Frasi sul giudicare: aforismi e citazioni su chi giudica gli altri

Aforismi sul giudicare, frasi su chi giudica gli altri e citazioni sul giudizio di coloro che pretendono di esprimere una sentenza negativa su altre persone senza sapere.

aforismi su chi giudica

Aforismi sul giudicare

– Non si deve giudicare il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall’uso che sa farne.

– Non giudicare dalla piccolezza degli inizi, una volta mi fecero notare che non si distinguono per ordine di grandezza i semi che danno erbe annuali da quelli che danno alberi centenari. (San Josemaria Escrivà De Balaguer)

– La vita è breve, l’arte vasta, l’occasione fuggevole, l’esperimento malcerto, il giudizio difficile. (Ippocrate)

– In ciò che si sembra si è giudicati da tutti; in ciò che si è da nessuno.

– Uno viene giudicato in base agli amici che si sceglie. (Esopo)

– Quando permetti ai giudizi degli altri di diventare più importanti dei tuoi, finisci per cedere il tuo potere. (Marcia Grad Powers)

– Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati.

– Astenersi dal giudicare implica un’infinita speranza. (Francis Scott Fitzgerald)

– La più alta espressione dell’empatia è nell’accettare e non giudicare.

– Ogni prodotto intellettuale deve essere giudicato dal punto di vista dell’epoca e delle persone dalle quali è stato prodotto. (Walter Horatio Pater)

– Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perché è soltanto un abbozzo che gli è riuscito male. (Vincent Van Gogh)

– Non giudicate secondo l’apparenza.

– Mettetevi al posto del vostro prossimo e mettete il prossimo al vostro posto; così giudicherete bene. Comprando, immaginate di essere chi vende e vendendo d’essere chi compra: così comprerete e venderete equamente. (San Francesco di Sales)

– Quando si è troppo giovani non si può giudicare bene, e neppure quando si è troppo vecchi.

– Presto si pente chi giudica con fretta. (Publilio Siro)

– Le società devono giudicarsi per la loro capacità di fare in modo che le persone siano felici. (Visconte Alexis Tocqueville)

– Giudicare significa non capire, perché, se si capisse, non si potrebbe giudicare. (Andrè Malraux)

– Non giudicare il dramma prima che sia finito.

– Non dare giudizi se non provi compassione. (Anne Mac Caffrey)

– Riflettere è considerevolmente laborioso; ecco perché molta gente preferisce giudicare.

– La più alta espressione dell’empatia è nell’accettare e non giudicare. (Carl Rogers)

– Bisognerebbe fare un lungo esame di coscienza prima di pensare a giudicare gli altri.

– La tendenza a giudicare gli altri è la più grande barriera alla comunicazione e alla comprensione. (Carl Rogers)

– Un giudizio negativo dà più soddisfazione di una lode, a condizione che sappia di invidia. (Jean Baudrillard)

– Non giudicare gli uomini dalla diversità dei monumenti funebri e delle tombe che adornano le strade: la cenere rende tutti uguali.

– Non giudicare un uomo dalle sue opinioni, ma da ciò che le sue opinioni hanno fatto di lui. (Georg Lichtenberg)

– In molte questioni i bambini, non irretiti dal dogmatismo, dalla passione, o dall’erudizione, giudicano con molta più verità degli adulti. (Adolph Freiherr Knigge)

– Per poter giudicare delle cose grandi e nobili, bisogna possedere un’anima altrettanto grande e nobile.

– Non dare di te stessa un vago giudizio morale basato su quello che potrebbero pensare gli altri. (E.L.James)

– Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido. (Albert Einstein)

– Arriva un momento, nella vita interiore delle famiglie, in cui i figli diventano, sia volontariamente, sia involontariamente, i giudici dei loro genitori. (Honoré de Balzac)

– L’uomo vede in superficie, Dio invece vede nel cuore; l’uomo guarda alle azioni esterne. Dio giudica invece le intenzioni.

Frasi su chi giudica

– È vero che, a giudicar per induzione, e senza la necessaria cognizione de’ fatti, si fa alle volte gran torto anche ai birbanti. (Alessandro Manzoni)

– Non bisogna giudicare gli uomini per le loro opinioni, ma per ciò che queste opinioni fanno di loro.

– Voglio ricordarvi che, mentre state giudicando un libro, anche il libro vi sta giudicando. (Stephen King)

– L’uomo va giudicato soprattutto dai suoi vizi; le virtù si possono fingere; i vizi invece sono sempre genuini.

– Chi mi ha eletto a giudicare se un essere debba vivere o se non debba vivere? (Fedor Michajlovic Dostoevskij)

– Non sono un angelo e non pretendo di esserlo. Non è uno dei miei ruoli. Ma non sono nemmeno il diavolo. Sono una donna e una seria artista, e gradirei essere giudicata per quello. (Maria Callas)

– È più facile giudicare l’ingegno di un uomo dalle sue domande che non dalle sue risposte.

– Non si devono giudicare gli uomini come si giudica un quadro o una statua, a un primo e unico sguardo; c’è un’interiorità e un animo che occorre approfondire. (Jean de La Bruyère)

– La massa ha scarsissima capacità di giudizio e assai poca memoria. (Arthur Schopenhauer)

– L’ingegno di un uomo si giudica meglio dalle sue domande che dalle sue risposte.

– Non dobbiamo giudicare le persone senza prima imparare ad ascoltarle e rispettarle. (Paulo Coelho)

– I più giudicano gli uomini soltanto in base al loro successo e alla loro ricchezza.

– Ho imparato presto nella vita a non giudicare gli altri. Noi emarginati siamo molto felici e contenti di lasciare quel lavoro ai nostri superiori sociali. (Ethel Waters)

– Non bisogna giudicare gli uomini da quello che ignorano, ma da quello che sanno, e dal modo in cui lo sanno. (Vauvenargues)

– L’ignoranza che si riconosce, che si giudica e che si condanna, non è un’ignoranza intera: per esser tale, occorre che essa ignori sé stessa.

– Un errore di giudizio non è fatale, ma troppa ansietà sul giudizio si. (Pauline Kael)

– Gli uomini e gli affari hanno un loro punto di prospettiva: alcuni bisogna guardarli da vicino per poterli giudicare correttamente, altri si giudicano bene soltanto quando se ne è lontani.

– Spesso nel giudicare una cosa ci lasciamo trascinare più dall’opinione che non dalla vera sostanza della cosa stessa. (Lucio Anneo Seneca)

– La gente giudica poco secondo la verità, molto secondo le opinioni.

– Thomas Jefferson una volta ebbe a dire: Non dovremmo mai giudicare un presidente per la sua età, ma solo per il suo operato. E sin da quando mi ha detto così, ho smesso di preoccuparmi. (Ronald Reagan)

– Noi giudichiamo noi stessi per i nostri motivi e gli altri per le loro azioni. (Dwight Morrow)

– Giudica bene solo chi soppesa e confronta, e quando pronuncia la sua sentenza più dura non abbandona la carità. (William Wordsworth)

– Riflettere è considerevolmente laborioso; ecco perché molta gente preferisce giudicare. (José Ortega y Gasset)

– Non giudicate secondo le apparenze, ma giudicate con giusto giudizio.

– Non possiamo mai giudicare le vite degli altri, perché ogni persona conosce solo il suo dolore e le sue rinunce. Una cosa è sentire di essere sul giusto cammino, ma un’altra è pensare che il tuo sia l’unico cammino. (Paulo Coelho)

– Si trova necessariamente in una condizione migliore per giudicare colui che ha ascoltato le ragioni opposte, come in un processo. (Aristotele)

– Giudica bene solo chi soppesa e confronta, e quando pronuncia la sua sentenza più dura non abbandona la carità. (William Wordsworth)

– E’ necessario scegliere dopo aver giudicato e non giudicare dopo aver scelto. (Cicerone)

– È molto più difficile giudicare se stessi che giudicare gli altri. (Antoine de Saint-Exupery)

– Io ho le mie leggi e il mio tribunale per giudicare di me, e mi ci rivolgo più che ad altri.

– Abbiate pure cento belle qualità, la gente vi guarderà sempre dal lato più brutto. (Molière)

– Sospendere il giudizio serve soltanto a dichiarare che la verità sta da qualche parte, se solo sapessimo dove. (William Cowper)

– Dio giudica l’albero dai frutti, non dalle radici. (Paulo Coelho)

– Noi siamo molto più capaci di notare i vizi piuttosto che le virtù dei nostri consimili. (Denis Diderot)

Citazioni sul giudicare

– Non importa quanto insignificante possa essere la cosa che dovete fare: fatela meglio che potete, prestatele tutta l’attenzione che prestereste alla cosa che giudicate più importante; infatti sarete giudicati da queste piccole cose. (Mahatma Gandhi)

– Più si giudica, meno si ama. (Nicolas de Chamfort)

– Non si dovrebbe mai esprimere con troppa precipitazione un giudizio sprezzante, neanche su esseri inferiori di altri pianeti. (Paul Scheerbart)

– Se giudichi le persone, non avrai tempo per amarle. (Madre Teresa di Calcutta)

– Quando giudichi gli altri, non definisci loro, definisci te stesso. (Wayne Dyer)

– Non giudicare gli uomini dalla loro pura apparenza; perché la risata leggera che spumeggia sulle labbra spesso ammanta le profondità della tristezza, e lo sguardo serio può essere il sobrio velo che copre una pace divina e la gioia. (Harry Chapin)

– Le persone giudicano sempre gli altri avendo come modello i propri limiti — e a volte l’opinione della società è piena di preconcetti e timori. (Paulo Coelho)

– Il saggio in ogni cosa guarda al proposito, non all’esito; cominciare dipende da noi, del risultato, invece, decide la sorte e io non le riconosco il diritto di giudicarmi.

– Dimmi da chi ti fai giudicare e ti dirò chi sei. In politica non è più un assioma tanto sicuro. (Francois Mitterand)

– L’amore è l’unico specchio dobbiamo usare per giudicare noi stessi e gli altri. (Bodie Thoene)

– In ciò che sembriamo veniamo giudicati da tutti; in ciò che siamo da nessuno. (Friedrich Schiller)

– Si deve fare appello a un certo grado di umiltà e di indulgenza quando si giudicano i meccanismi del cuore di un’altra persona. (Khaled Hosseini)

– Non si può giudicare il carattere di un uomo né condannare il suo comportamento se non si conosce lo stato del suo portafoglio.

– Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre. (Platone)

– Dio stesso non giudica nessun uomo prima che sia arrivata la fine dei suoi giorni. Perché dovremmo essere più precipitosi noi? (Samuel Johnson)

– Il pregiudizio è un’opinione che non si fonda sul giudizio. Così in tutti i paesi del mondo si inoculano ai bambini tutte le opinioni che si vuole, prima che essi possano giudicare di testa loro.

– Ma cosa pensi? Che non siamo giudicati per la nostra apparenza? Che il modo in cui ci presentiamo al mondo non sia importante? (Daniel auteuil)

– Per poter giudicare delle cose grandi e nobili, bisogna possedere un’anima altrettanto grande e nobile. (Michel de Montaigne)

– Non vengo giudicato dal numero di volte in cui fallisco, ma dal numero di volte in cui ho successo. E il numero di volte in cui ho successo è direttamente proporzionale a quello delle volte in cui io fallisco eppure continuo a provare. (Tom Hopkins)

– Ciascuno giudica bene ciò che conosce, e solo di questo è buon giudice. (Aristotele)

– Quando penso che un uomo giudica un altro uomo, mi sento i brividi addosso. (Hugues Lamennais)

– Il nostro essere è il nostro passato. E solamente col passato è possibile giudicare le persone.

– Mentre giudicate dal mio aspetto esteriore, in silenzio sto facendo la stessa cosa di voi, anche se il novanta per cento di possibilità che, in entrambi i casi, le nostre ipotesi siano sbagliate. (Richelle E. Goodrich)

– C’è bisogno di orecchi molto resistenti per sentirsi giudicare con sincerità.

– Non dobbiamo mai giudicare la vita degli altri, perché ciascuno conosce il proprio dolore e la propria rinuncia. (Paulo Coelho)

– Per giudicare un uomo bisogna almeno conoscere il segreto del suo pensiero, delle sue sventure, delle sue emozioni. (Honoré de Balzac)

– Il mio giudice è il Signore! Non vogliate perciò giudicare nulla prima del tempo, finché venga il Signore.

– Quanto poco vedono ciò che è, coloro che danno i loro frettolosi giudizi su ciò che sembra. (Robert Southey)

– La vita è breve, l’arte vasta, l’occasione istantanea, l’esperienza ingannevole, il giudizio difficile.

– Giudico le persone in base ai loro princìpi, non ai miei. (Martin Luther King)

– Giudicare è un’illusione, perché, se dovete giudicare, vi servite della vostra scala di valori. Dietro al giudizio si cela l’idea che siamo tutti identici. (Swami Prajnanapada)

– È facile giudicare gli altri, ma ci rendiamo conto di quanto sia meschino il nostro disprezzo solo quando li abbiamo persi, quando ce li portano via. (Carlos Ruiz Zafon)