Stufato alla lombarda

Come fare lo stufato alla lombarda, ricetta conosciuta anche come spezzatino di manzo al vino rosso, per la quale è richiesta la marinatura della carne e una successiva cottura a fiamma bassa per circa tre ore.

Ingredienti per 6 persone

– 1 kg di manzo, scamone o codone in alternativa

– mezzo litro di vino rosso, Barbera, Chianti o altro a scelta

– 50 g di pancetta

– 2 cucchiai di farina

– 40 g di burro

– 3 chiodi di garofano

– 2 foglie di alloro

– 1 carota

– 2 cipolle medie

– 1 costola di sedano

– un pizzico di noce moscata

– 5 grani di pepe nero schiacciati

– sale

Preparazione

Lavare e asciugare la carne e tagliare a piccole strisce la pancetta.

Fare delle piccole incisioni e infilare dentro ciascuna di essa un poco di pancetta.

Mettere la carne in un tegame e coprirla col vino.

Pulire, lavare e tagliare a pezzettini la carota, il sedano e una cipolla, unirli alla carne con l’alloro, i chiodi di garofano, la noce moscata, sale e pepe in grani.

Lasciare marinare la carne in frigorifero per dodici ore.

Tritare la pancetta e la cipolla rimaste, sistemarle nel tegame di terracotta o di altro tipo, munito di coperchio, col burro e farle rosolare a fuoco basso.

Dopo 12 ore togliere la carne dalla marinatura, asciugarla, infarinarla e metterla nel tegame insieme alla pancetta e la cipolla rosolate nel burro.

Fare dorare la carne in modo uniforme, poi unire il liquido della marinata filtrandolo attraverso un colino.

Mettere il coperchio sul tegame e fare cuocere, a fiamma bassa, per circa due ore e mezzo o più, fino a quando la carne sarà cotta.

Tagliare la carne a fette abbastanza spesse, sistemarle su un vassoio e cospargerle con il fondo di cottura.

Servire in tavola lo stufato con una polenta calda oppure una purea di patate.

Modifica impostazioni privacy