Come fare la marmellata di fichi, ricetta della nonna

marmellata di fichi
marmellata di fichi

Metodo facile per la preparazione di una buona marmellata di fichi, ricetta classica tradizionale detta anche della nonna, con pochi ingredienti necessari, tra cui oltre ai fichi serve il succo e la buccia di un limone, oltre a poca acqua.

Ingredienti per 1 kg di marmellata

– 1,2 kg di fichi

– 500 g zucchero

– 1 limone

– 80 g acqua

Preparazione della marmellata di fichi

Prima di tutto procedere a una igienizzazione profonda dei vasetti, inclusi i relativi tappi, da usare come contenitori della marmellata ottenuta.

Lavare prima i barattoli con acqua corrente e dopo metterli in una pentola abbastanza grande e con bordi alti, frapponendo tra essi un canovaccio pulito per impedire che i vasetti si rompano urtando l’uno contro durante l’ebollizione, quindi aggiungere l’acqua.

Raggiungere il bollore a fuoco medio e atteddere circa 20 minuti prima di unire i tappi dei vasetti.

Fatto questo, lasciare bollire per ulteriori 10 minuti, poi spengere la fiamma e fare intiepidire.

Appena l’acqua si sarà raffreddata, estrarre i vasetti e farli asciugare depositandoli sopra a un canovaccio asciutto.

A questo punto procedere con la preparazione della confettura, sciacquando prima i fichi e poi eliminando i loro peduncoli e la buccia.

Tagliare i frutti in quattro quarti e mantenerli da parte.

Sbucciare ora un limone con l’aiuto di un pelapatate e mettere da parte la buccia.

Tagliarlo a metà e ricavarne il succo, mettendolo da parte.

Versare i fichi in una casseruola unitamente all’acqua e aggiungere zucchero e scorze di limone insieme al succo.

Porre il recipinte sul fuoco ed eliminare la schiuma superficiale servendosi di una schiumarola, in modo da ottenere un marmellata lucida quando diventerà fredda.

Continuando a mescolare per evitare che il composto si attacchi, spegnere il fuoco appena inizia a bollire e fare intiepidire.

Sulla superficie della marmellata si formerà una pellicina molto sottile che andrà amalgamata bene alla confettura.

Compiuto questo passaggio, mettere la marmellata ancora tiepida nei vasi igienizzati in precedenza, eventualmente aiutandosi con un l’apposito imbuto da confettura e avendo cura di lasciare 1 centimetro di spazio prima del bordo superiore.

Avvitare bene i tappi e lasciare raffreddare.

Da notare che con il calore della confettura si creerà il sottovuoto, accorgimento che consente una lunga conservazione del prodotto.

La confettura di fichi si conserva, se il sottovuoto è stato creato correttamente, per un tempo di circa 3 mesi, purché i barattoli vengano riposti in un luogo fresco e asciutto, possibilmente totalmente al buio o, se non è possibile, con una quantittà infinitesimale di luce.

Prima di consumare la confettura è consigliabile attendere circa tre settimane, inoltre va tenuto presente che, una volta aperto, il barattolo deve essere conservato in frigorifero e consumato al massimo entro 4 giorni.