Frasi di Willa Cather: aforismi, citazioni

Citazioni, aforismi e frasi di Willa Cather, scrittrice statunitense vissuta tra il 1873 e il 1947, celebre per i suoi testi classici legati alla tradizione, caratterizzati da uno stile grave ma tranquillo.

Citazioni di Willa Cather

– Sembrava che non ci fosse niente da vedere; niente steccati, ruscelli o alberi, colline o campi. Se c’era una strada, non riuscivo a distinguerla alla debole luce delle stelle. Non c’era altro che terra: non un paese, ma il materiale di cui sono fatti i paesi. (Willa Cather)

– Gli sciocchi credono che essere sinceri sia facile, ma soltanto l’artista, il grande artista, sa quanto sia difficile. (Willa Cather)

– Il mondo là era il mondo piatto degli antichi; a est, un campo di grano che si estendeva fino all’alba; a ovest, un recinto che arrivava al tramonto; in mezzo, le conquiste della pace, più care di quelle della guerra. (Willa Cather)

– Dove c’è un grande amore, ci sono sempre desideri. (Willa Cather)

– Anche i morti potrebbero cercare di parlare ai vivi come i vecchi ai giovani. (Willa Cather)

– La religione e l’arte crescono dalla stessa radice e sono parenti stretti. L’economia e l’arte sono delle estranee. (Willa Cather)

– Un laboratorio dovrebbe essere come una vecchia scarpa; non importa quanto trasandato, è meglio di uno nuovo. (Willa Cather)

– I morti possono provare a parlare ai vivi così come i vecchi ai giovani. (Willa Cather)

– A volte un vicino che abbiamo detestato per tutta la vita per la sua arroganza e presunzione lascia cadere un’unica osservazione banale che ci mostra un altro lato, un altro uomo, davvero; un uomo incerto e perplesso e nell’oscurità come noi. (Willa Cather)

– Nessuno può costruire la propria sicurezza sulla nobiltà d’animo di un’altra persona. (Willa Cather)

Aforismi di Willa Cather

– Ero completamente felice. Forse ci sentiamo così quando moriamo e diventiamo parte di qualcosa di intero, che sia sole e aria, o bontà e conoscenza. (Willa Cather)

– Quando c’è grande amore ci sono sempre miracoli. (Willa Cather)

– La libertà spesso significa che non ce n’è bisogno da nessuna parte. Qui sei un individuo, hai un background tutto tuo, ci mancherai. (Willa Cather)

– Ci sono alcune cose che impari meglio nella calma, altre nella tempesta. (Willa Cather)

– Altrove il cielo è il tetto del mondo; ma qui la terra era il pavimento del cielo. Il paesaggio che si desiderava quando si era via, l’unica cosa che riguardava uno, il mondo in cui si viveva davvero, era il cielo, il cielo! (Willa Cather)

– Spesso un vicino che non ci è piaciuto per un’intera vita a causa della sua arroganza e presunzione lascia cadere un solo commento contenente un luogo comune che ci mostra un altro aspetto, un altro uomo; un uomo incerto, e perplesso, e nel buio come lo siamo noi. (Willa Cather)

– Quando la gentilezza ha lasciato le persone, anche per pochi istanti, abbiamo paura di loro, come se la loro ragione le avesse lasciate. Quando ha lasciato un luogo dove l’abbiamo sempre trovata, è come un naufragio; cadiamo dalla sicurezza in qualcosa di malevolo e senza fondo. (Willa Cather)

– Alcune memorie sono realtà, e sono migliori di qualsiasi cosa possa mai accaderti di nuovo. (Willa Cather)

– Il grande fatto era la terra stessa, che sembrava sopraffare i piccoli inizi della società umana che lottava nelle sue cupe lande. (Willa Cather)

– Gli anziani sono così, lo sai. Li fa sentire importanti pensare di essere innamorati di qualcuno. (Willa Cather)

Frasi di Willa Cather

– Ci sono solo due o tre storie umane, e continuano a ripetersi con la stessa ferocia come se non fossero mai accadute prima. (Willa Cather)

– Solo l’uomo solitario conosce appieno la gioia dell’amicizia. (Willa Cather)

– Nessuno può costruire la sua sicurezza sulla nobiltà di un’altra persona. (Willa Cather)

– Vera felicità: dissolversi in qualcosa di completamente grande. (Willa Cather)

– Aveva visto la fine di un’era, il tramonto del pioniere. Era venuto su di essa quando già la sua gloria era quasi estinta. (Willa Cather)

– Amo gli alberi perché sembrano più rassegnati di ogni altro essere o cosa al mondo in cui devono vivere. (Willa Cather)

– I grandi pini stanno a una distanza considerevole l’uno dall’altro. Ogni albero cresce da solo, mormora da solo, pensa da solo. Non si intromettono a vicenda. (Willa Cather)

– Ecco cos’è la felicità: annullarsi in qualcosa di completo e grande. (Willa Cather)

– Nessuno può costruire la propria sicurezza sulla nobiltà d’animo di un’altra persona. (Willa Cather)

– Egli aveva i modi scostanti di un uomo che non è tra i suoi pari, e che non ha visto abbastanza del mondo per sentire che tutte le persone sono in un certo senso suoi pari. (Willa Cather)

– In altre ricerche potrebbe essere l’oggetto della ricerca che ha portato soddisfazione, o potrebbe essere qualcosa di accidentale che si è ottenuto sulla strada; ma nella religione il desiderio era appagamento, era la ricerca stessa che premiava. (Willa Cather)

Modifica impostazioni privacy