Santuario San Matteo sul Gargano (San Marco in Lamis)
Booking.com

Santuario San Matteo sul Gargano (Puglia)

Il Santuario San Matteo sul Gargano si trova sul Gargano a circa tre chilometri da San Marco in Lamis, una cittadina della provincia di Foggia in Puglia.



Storia santuario San Matteo sul Gargano

Oggi il Santuario di San Matteo è una delle mete più frequentate del Gargano, inserito in un ambiente naturale molto bello che arricchisce il suo grande valore religioso e culturale.

Il convento fu fondato dai Benedettini sulle pendici del Monte Celano per ospitare i pellegrini che dalla fine del V secolo transitavano sul percorso dell’antica Via Sacra Langobardorum, diretti alla Grotta dell’Arcangelo Michele a Monte Sant’Angelo.

Come risulta da vari documenti medievali, il nome originario del convento era San Giovanni in Lamis, una importante realtà sociale ed ecclesiastica fin dall’inizio del millennio.

Il suo territorio comprendeva fra l’altro gli attuali San Giovanni Rotondo e San Marco in Lamis, i cui primi nuclei abitati risalgono al periodo di permanenza dei Benedettini nel Monastero.

Nel 1311 i monaci Benedettini furono sostituiti dai Cistercensi, che ci rimasero fino al 1578, quando il monastero fu affidato ai Frati Minori Osservanti dell Provincia di San’Angelo in Puglia, dando inizio al periodo francescano che, salvo la parentesi della soppressione degli ordini religiosi del XIX secolo, è giunto ai nostri giorni con la presenza attuale dei Frati Francescani.

Intanto già dalla metà del XVI secolo nella Chiesa di San Giovanni in Lamis veniva conservava una reliquia, un dente molare, che sembra fosse appartenuto all’aposto ed evangelista San Matteo, questa prodigiosa reliquia alimentava una devozione popolare molto sentita, tanto da far cambiare il nome del monastero, da San Giovanni in Lamis a Convento di San Matteo.