Santuario Madonna di San Luca (Bologna): portico, storia, icona

Santuario Madonna di San Luca - Bologna

Cosa vedere al Santuario della Madonna di San Luca, itinerario di pellegrinaggio comprendente i principali luoghi di interesse, tra cui portico, icona e opere d’arte presenti all’interno, tra cui capolavori di Guido Reni e Guercino.

Pellegrinaggio Madonna di San Luca

Situato sulla sommità del colle della Guardia, il Santuario Beata Vergine di San Luca, si affaccia sulla città di Bologna ed è collegato al suo centro storico da un portico formato da 666 arcate per una lunghezza di 3,75 chilometri.

Risale al 25 maggio 1194, la fondazione dell’antica chiesa, che ospitò l’icona della Beata Vergine col Bambino.

L’edificio fu poi sostituito dall’attuale Santuario settecentesco, edificato fra il 1723 e il 1774, su progetto dell’architetto Carlo Francesco Dotti, che si occupò anche della realizzazione dell’Arco del Meloncello e del completamento del portico, la cui costruzione iniziò nel 1674 su progetto di Gian Giacomo Monti, e terminò nel 1732 sotto la sua direzione.

Il portico inizia da porta Saragozza e, dopo un primo tratto in pianura, attraverso l’Arco del Meloncello sale fino al Santuario.

Il tratto collinare è intervallato da 15 cappelle dei Misteri del Rosario, situate a cadenza regolare ogni 20 archi.

Secondo la tradizione l’icona della Madonna col Bambino, che oggi si venera nel Santuario, fu dipinta dall’evangelista San Luca e fu donata da un pellegrino proveniente dalla chiesa di Costantinopoli al vescovo bolognese Gerardo Gisla, il quale affidò la preziosa immagine alle sorelle Azzolina e Beatrice, due pie donne che sarebbero vissute da eremite sul Colle della Guardia.

Gli storici dell’arte attestano che l’icona è un’opera di origine orientale risalente alla metà del dodicesimo secolo.

All’interno del Santuario, che si presenta in stile barocco, è possibile ammirare notevoli opere d’arte, fra cui la Madonna del Rosario di Guido Reni, il Cristo Risorto che appare a sua Madre del Guercino, l’Incoronazione della Vergine e la Vergine con i Patroni di Bologna di Donato Creti.

Ogni anno l’immagine della Madonna di San Luca viene portata in processione, dal Santuario alla Cattedrale di San Pietro, dove rimane per una settimana onorata con sentite celebrazioni, per poi fare ritorno al Santuario con una nuova processione.

Questa devozione ebbe origine nel 1433, quando a causa di incessanti piogge che mettevano a rischio i raccolti, fu deciso di chiedere alla Madonna la grazia di farle cessare, così venne fatta una processione per portare l’icona verso la città.

Appena la processione entrò dentro porta Saragozza, la pioggia cessò e, da quella volta ogni anno, l’icona della Beata Vergine di San Luca viene fatta scendere dal colle per dare la Sua benedizione alla città di Bologna.