Santa Caterina da Siena: frasi celebri, aforismi, citazioni

Citazioni e aforismi dai pensieri e dalle frasi celebri di Santa Caterina da Siena, preghiera dall’epistolario, pensieri e riflessioni sulla vita, esortazioni ad abbandonarsi allo Spirito Santo.

santa caterina da siena frasi
santa caterina da siena frasi

Frasi di Santa Caterina da Siena

– Onde dalla superbia nasce l’amore proprio, e dall’amore proprio la superbia; perchè subito che l’uomo s’ama di cosifatto amore, presume di sè medesimo, e li frutti suoi generano tutti morte, togliendo la vita della Grazia nell’anima che li possiede.

– La carità è quello dolce e santo legame, che lega l’anima col suo creatore: ella lega Dio nell’uomo, e l’uomo in Dio.

– L’amore proprio è miserabile, e partesi dalla giustizia, e commette le ingiustizie, e ha uno timore servile, che non gli lassa fare giustamente quello che debbe, o per lusinghe o per timore di non perdere lo stato suo.

– Dio è sommo medico, e fa e può e vuole darci le nostre necessità, e la medicina che ci hisogna alla nostra infirmità.

– State, dunque, state contento in ogni tempo, in ogni luogo; perchè tutti vi sono conceduti dallo eterno Amore.

– Quanto è il tempo nostro? è quanto una punta d’aco. Adunque bene è vero ch’ella è piccola; perocchè la fadiga ch’è passata, io non l’ho, perocchè è passato il tempo; quella che è avvenire, anco non l’ho, perocchè non son sicura di avere il tempo, con ciò sia cosa che io debba morire, e non so quando. Solo dunque questo punto del presente c’è, e non più.

– Non fare dunque più resistenza allo Spirito Santo che ti chiama, e non spregiare l’amore che t’ha Maria, nè le lagrime e orazioni che sono fatte per te; perchè troppo ti sarebbe grande giudizio.

– Adunque chi non è nella carità di Dio, non è in quella del prossimo suo; non essendovi, è come ’l membro ch’è tagliato dal corpo, che subito perde la vita e seccasi; perchè è tagliato del suo principio.

– Ogni gran peso diventa leggero sotto questo santissimo giogo della dolce volontà di Dio, senza la quale non potresti piacere a Dio, anzi gusteresti l’arra dell’inferno.

– Ponetevi per obietto Cristo crocifisso, nascondetevi nelle piaghe di Cristo crocifisso, annegatevi nel sangue di Cristo crocifisso. E non indugiate, nè aspettate il tempo, perchè il tempo non aspetta voi.

– Poichè ’l giardino è così ben fornito, voglio che alla guardia poniate il cane della coscienzia; e sia legato alla porta, sicchè, se i nemici venissero, e l’occhio dell’intelletto dormisse il cane abbai. Poichè, abbaiando lo stimolo della coscienzia, l’occhio si desta, e fassi incontro a’ nemici con l’odio e dispiacimento; e subito ripara e armasi con l’arme dell’amore.

– Poi, dunque, che sta a noi di eleggere o la vita o la morte, per lo libero arbitrio che Dio ha dato a noi.

– Dove ti spoglierai tu dell’amore proprio che ti fa essere impaziente nel tempo delle ingiurie, o d’altre pene; e vestirai te d’uno divino amore che ti farà paziente; e glorieraiti nella croce di Cristo crocifisso? nell’orazione.

– Dove sentirai tu dolore della coscienza? nell’orazione.

– Il peccato non procede da altro, che amare quello che Dio odia, e odiare quello che Dio ama.

– Convienci adunque, a volete avere riposo, che noi riposiamo il cuore e l’anima, per fede e per amore, in Cristo crocifisso: allora troveremo l’anima nostra piena di letizia. Oh dolcissimo Amore, Gesù!

– Se voi starete in questa santa fede, giammai nel vostro cuore non cadrà tristizia. Perchè la tristizia non procede da altro se non dalla fede che poniamo nelle creature.

– Adunque ci conviene tollere da noi quella cosa che ci tolle il lume, cioè l’amore proprio, che è una nuvola che non ci lascia cognoscere nè vedere la verità di quello che dobbiamo amare.

– Permanete nella santa e dolce dilezione di Dio. Fuggite la morte della bugia e di falso giudizio, voi e gli altri.

Mappa del sito