San Leopoldo Mandic: frasi, preghiere, vita e miracoli

Breve biografia di Padre Leopoldo Mandic, frasi celebri e preghiere, biografia della vita e miracoli attribuiti all’intercessione di questo santo nato in Montenegro e morto a Padova.

san leopoldo mandic frasi

Vita San Leopoldo Mandic

Padre Leopoldo Mandic nacque il 12 Maggio 1866 a Castelnuovo di Cattaro in Montenegro. Nel 1882 fece il suo ingresso nel seminario dei cappuccini di Udine, nel 1866 prese i voti a Bassano del Grappa, venne ordinato sacerdote il 20 settembre 1890.

Una volta finiti gli studi, era il 1894, ebbe il permesso di confessare, arrivò a Padova nel 1909, dove restò fino alla morte.

Molto venerato e ben voluto da fedeli di ogni età, appartenenti a ogni classe sociale, lasciò la vita terrena nel 1942. Alla sua intercessione vengono attribuiti grazie e miracoli.

Fu proclamato Beato da Paolo VI nel 1976, successivamente Santo da Giovanni Paolo II nel 1983.

Frasi San Leopoldo Mandic

– Quando il Padrone Iddio ci tira per la briglia, direttamente o indirettamente, lo fa sempre da Padre, con infinita bontà. Cerchiamo di comprendere questa mano paterna che con infinito amore si degna di prendersi cura di noi.

– Non c’è tradimento che si uguagli al tradimento dell’affetto nel matrimonio.

– L’amore di Gesù, non si stanca di ripetere, è un fuoco che viene alimentato con la legna del sacrificio e l’amore della croce; se non viene nutrito così, si spegne.

– Venne chiesto un giorno a Padre Leopoldo: Padre, come capisce lei le parole del Signore: Che colui che vuol seguirmi, prenda tutti i giorni la sua croce? Dobbiamo per questo fare penitenze straordinarie? – Non è il caso di fare penitenze straordinarie, rispose. Basta che sopportiamo con pazienza le tribolazioni ordinarie della nostra misera vita: le incomprensioni, le ingratitudini, le umiliazioni, le sofferenze occasionate dai cambiamenti di stagione e dell’atmosfera in cui viviamo…

– Abbiamo in Cielo il cuore di una madre. La Vergine, nostra Madre, che ai piedi della Croce ha provato tutta la sofferenza possibile per una creatura umana, comprende i nostri guai e ci consola.

– O Dio, Padre onnipotente, tu hai arricchito san Leopoldo con l’abbondanza della tua grazia; concedi a noi, per sua intercessione, di vivere nell’abbandono alla tua volontà, nella speranza della tua promessa, nell’amore della tua presenza.

– O Dio, tu manifesti la tua onnipotenza soprattutto nella misericordia e nel perdono e hai voluto che san Leopoldo ne fosse tuo fedele testimone; per i suoi meriti, concedi a noi di celebrare, nel sacramento della Riconciliazione, la grandezza del tuo amore.

– O Dio nostro Padre, in Cristo tuo Figlio, morto e risorto, hai redento ogni nostro dolore e hai voluto san Leopoldo paterna presenza di consolazione; infondi nelle nostre anime la certezza della tua presenza e del tuo aiuto.

– O Dio, fonte di comunione per tutti i tuoi figli, tu hai voluto Cristo unico pastore della tua Chiesa; per l’intercessione di san Leopoldo, silenzioso profeta dell’ecumenismo spirituale, infondi in noi il tuo Spirito, perché sappiamo pregare e donare la vita per l’unità di tutti i credenti in te.

– O Dio, tu hai voluto Maria madre di Cristo e della Chiesa e hai allietato la vita di san Leopoldo con una tenera devozione alla Madonna; consola la nostra vita con la grazia della sua bontà materna.

– O Dio, Signore glorioso e Padre della vita, affidiamo al tuo amore le nostre speranze e le nostre preghiere; per l’intercessione di san Leopoldo guarda con benevolenza ai tuoi figli ed esaudisci le nostre umili domande.

Dritte del giorno

Da non perdere