Safari Africa: tipi viaggi avventura, abbigliamento escursioni

Guida Safari, viaggio avventura inteso come escursione naturalistica attraversando parchi e riserve per incontrare e vedere la grande fauna selvatica.

safari africa
safari africa

Guida Safari Africa

Un viaggio alternativo è rappresentato dal safari inteso come escursione naturalistica attraverso parchi o riserve per incontrare la fauna selvatica propria di alcuni posti particolari come l’Africa orientale e australe comprendente i territori della Tanzania, del Kenya, del Sudafrica, del Mozambico, del Zimbabwe, del Botswana, del Namibia.

I tipi di safari dedicati alla caccia e alla fotografia

Safari di giorno
Normalmente un safari si svolge di giorno, utilizzando pulmini a quattro ruote motrici o fuoristrada normalmente chiusi, prevalentemente in orari corrispondenti all’alba o al tardo pomeriggio prima del tramonto del sole per avere la possibilità di osservare e fotografare gli animali predatori che è più facile incontrare in questo arco di tempo della giornata.

Molti parchi sono attrezzati per poter scendere in sicurezza dai veicoli rifocillandosi con un pranzo al sacco. E’ frequente incontrare leoni, tigri o altri animali pericolosi osservandoli da vicino nella sicurezza dei veicoli chiusi impiegati per il trasporto e vedere anche elefanti, rinnoceronti e grossi bufali nel loro ambiente naturale.

Safari di notte
Il safari di notte, spesso vietato, viene fatto da chi preferisce osservare gli animali notturni presenti nei parchi tra cui manguste, genette, serval.

Safari a piedi
Il safari a piedi è paragonabile ad una escursione di trekking accompagnati da guide esperte ma è consentito solo in alcune zone meno a rischio per quanto riguarda l’incontro con belve feroci. Tra i safari a piedi va ricordato quello tipico dell’Uganda che permette di osservare molto da vicino rari esemplari di gorilla.

Safari in barca
Un safari in barca rende invece possibile osservare da vicino la fauna presente nei fiumi e nei laghi, in particolare ippopotami, coccodrilli e molti uccelli.

Abbigliamento per safari

Per un safari l’abbigliamento da usare è molto simile a quello che si usa per andare in montagna a fare trekking, prediligendo colori che meglio si intonino ai colori della vegetazione per meglio mimetizzarsi con essa osservando gli animali che altrimenti scappperebbero impauriti. Molto utili da portare con se sono cappelli muniti di visiera e occhiali in grado di proteggere adeguatamente dal sole.

Dritte del giorno