Rigovernare i piatti a mano: significato e procedimento

Definizione e procedimento da seguire per lavare i piatti a mano, nel migliore dei modi senza l’ausilio della lavastoviglie, trucchi e consigli per farlo velocemente.

lavare piatti a mano
lavare piatti a mano

Cosa significa rigovernare

Col termire rigovernare si indica l’atto di lavare le stoviglie e rimetterle a loro posto, ripristinando lo stato d’ordine iniziale in cui si trovava la cucina prima della preparazione e della consumazione di uno dei pasti serviti ai commensali.

Procedimento per rigovernare i piatti a mano

Una volta tolti i residui di cibo dai recipienti e dai piatti, si procede alla rigovernatura nel seguente ordine:

– Indossare un paio di guanti di gomma per lavare i piatti

– Riempire una vasca del lavello con acqua calda, contenente la giusta dose di detersivo, e l’altra lasciarla libera per depositare e sciacquare.

– I primi ad essere lavati devono esseri i bicchieri e le tazze, da sciacquare subito dopo in acqua fredda sotto il rubinetto, per evitare la formazione di calcare, e mettendo a scolare sopra un canovaccio.

– Dopo vanno lavate le piccole stoviglie (vassoi, ciotole, insalatiere ecc.) e i piatti di servizio, immergendoli in acqua calda con detersivo e strofinandoli bene con una spugna prima di sciacquarli sotto l’acqua corrente.

– A questo punto sarebbe bene cambiare l’acqua di rigovernatura, ma proprio se necessario.

– Si passa quindi alle posate, sempre con lo stesso sistema.

– Infine vanno lavati vigorosamente, dentro e fuori, i recipienti di cottura, con risciacquo finale.

– Terminate tutte queste operazioni, fare asciugare naturalmente o usare un canovaccio per fare prima, e riporre ogni cosa al suo posto.

Dritte del giorno

Da non perdere