Pancia di vitello cotta a bassa temperatura

Come fare la pancia di vitello cotta a bassa temperatura in pentola, ricetta che prevede una farcitura comprendente arrosto di manzo, mortadella e salsiccia, da preparare in circa trenta minuti con tempo di cottura di circa due ore.

pancetta di vitello ripiena
pancetta di vitello ripiena

Ingredienti per 8 persone

– 1 kg pancetta di vitello

– 300 g arrosto di manzo freddo

– 100 g mortadella

– 100 g di salsiccia cotta

– 2 uova

– 50 g parmigiano grattugiato

– 60 g amaretti di saronno

– 5 noci sgusciate e pelate

– 1 spicchio d’aglio

– 3 foglie di salvia

– 1 ciuffetto di prezzemolo

– un pizzico di noce moscata

– sale e pepe

Preparazione della pancia di vitello cotta a bassa temperatura

Per prima cosa, farsi preparare dal macellaio la pancetta, che deve essere aperta in modo da formare un grande rettangolo, poi, una volta arrivati a casa, lavarla e asciugarla con cura.

Passare al tritacarne l’arrosto, la mortadella e la salsiccia, poi pestare col batticarne gli amaretti e passare al tritatutto le noci, la salvia, il prezzemolo e l’aglio.

Mettere tutti gli ingredienti in una terrina, unire le uova, il parmigiano, sale e pepe, oltre a un pizzico di noce moscata, amalgamando bene il tutto servendosi di un cucchiaio di legno.

Stendere la pancetta sul tagliere, batterla col batticarne inumidito per assottigliarla e disporvi il ripieno, lasciando libero intorno un bordo di circa due centimetri, per fare in modo che nell’atto di arrotolarla non esca fuori.

Arrotolare la pancetta e cucirla intorno con filo incolore, poi avvolgerla con un tovagliolo e legarla con uno spago da cucina fine.

Mettere sul fuoco un’ampia pentola con acqua appena salata, fare bollire e immergere la pancetta, lasciandola sobbollire per circa due ore, attendendo che risulti ben cotta.

Lasciarla raffreddare nello stesso liquido di cottura, poi sgocciolarla, liberandola dallo spago e dal tovagliolo, prima di servirla tagliata a fette di circa un centimetro di spessore.