Frasi sul paesaggio: aforismi, citazioni

Frasi sul paesaggio

Citazioni, aforismi e frasi sul paesaggio, quella parte di territorio presa in considerazione dal punto di vista prospettico e descrittivo nel suo insieme, talvolta sotto la guida di un senso affettivo o di un’ispirazione artistica sopravvenuta nel particolare momento in cui si guarda.

Citazioni sul paesaggio

– Mi sono preso un momento per ammirare il panorama glorioso che mi circondava, per dare un’occhiata da dove ero venuto. Ma posso riposarmi solo un momento, perché con la libertà arrivano le responsabilità e non voglio indugiare, il mio lungo cammino non è finito. (Nelson Mandela)

– Hyde Park era semplicemente favoloso. Tutto, lì, è favoloso, salvo la spazzatura del lunedì mattina. Perfino le anatre sono favolose. Chiunque vada a Hyde Park una sera d’estate senza commuoversi per la sua bellezza probabilmente ci va a bordo di un’ambulanza e ha un lenzuolo che gli copre la faccia. (Douglas Adams)

– È in noi che i paesaggi hanno paesaggio. Perciò se li immagino li creo; se li creo esistono; se esistono li vedo. La vita è ciò che facciamo di essa. I viaggi sono i viaggiatori. Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo. (Fernando Pessoa)

– C’è qualche distesa sabbiosa nei deserti d’Arabia, qualche desolato scorcio tra le rovine della Palestina, che possa respingere lo sguardo e deprimere lo spirito più dello spettacolo di una città della provincia inglese in via di sviluppo? (Wilkie William Collins)

– Le primavere e i paesaggi hanno un grave difetto: sono gratuiti. L’amore per la natura non fornisce lavoro a nessuna fabbrica. (Aldous Huxley)

– Il teatro, ovvero il paesaggio, è degno delle scene che vi si rappresentano. Una terra ondulata, dall’aspetto desolato e miserabile, coperta ovunque da un terreno torboso e da erba inaridita di un colore bruno uniforme. Qua e là una punta e uno scoglio di roccia quarzosa grigia rompono la monotonia della superficie. (Charles Robert Darwin)

– Se non scali la montagna non ti potrai mai godere il paesaggio. (Pablo Neruda)

– Alle volte mi coglie il dubbio che gli automobilisti non sappiano che cosa sia l’erba, o come siano i fiori, perché non li hanno mai visti, non ci sono mai passati vicino con lentezza. (Ray Bradbury)

– La città può schiudersi al passante da ogni parte come un paesaggio senza soglie. (Walter Benjamin)

– Guarda fuori dal finestrino. Non ti torna alla memoria di quando eri nella barca? E di quando quella notte eri disteso, lo sguardo rivolto al cielo, e l’acqua di cui ti ricordavi non era poi così diversa dal paesaggio… Tu ti chiedesti: “Come mai il paesaggio si sta muovendo ma la barca è ferma?” E ancora… “Da dove vieni tu?”. (Crispin Glover)

– Com’è bello questo piccolo paesaggio. Questi due scogli questi pochi alberi e poi l’acqua e poi il fiume com’è bello. Pochissimo rumore un po’ di vento e molta acqua. È un piccolo paesaggio di Bretagna, può stare nel palmo della mano quando lo si guarda da lontano. (Jacques Prévert)

– I paesaggi mozzafiato sono molto scomodi, per pensare. Sei costretto a occuparti di loro, non osi sedertici sopra senza un minimo di riguardo. (Fred Vargas)

– La terra appartiene ai suoi proprietari, ma il paesaggio appartiene a chi sa apprezzarlo. (Upton Beall Sinclair)

– Quelle case guardavano il panorama con me, e vedevano come le strade si snodavano nella pianura e come il verde colorava ogni cosa, mentre i cipressi qua e là sorvegliavano come soldati temerari la vallata. (Michael Floris)

– Un paesaggio è uno stato d’animo. (Henri Frédéric Amiel)

– Qui c’è sempre la luce del sole, ci sono le palme tanto annunciate, c’è la frescura del tramonto… e c’è un sacco di gente con il raffreddore. I ragazzi se ne vanno tutti in giro con il cappello, come se fossero delle pannocchie. Le ragazze pure. (Stephen Vincent Benét)

– Ai nostri giorni quasi ogni cosiddetto miglioramento a cui l’uomo possa por mano, come la costruzione di case e l’abbattimento di foreste e alberi secolari, perverte in modo irrimediabile il paesaggio e lo rende sempre più addomesticato e banale. (Henry David Thoreau)

– Le autostrade americane si proiettano dovunque senza mediazione nel paesaggio, e quanto più sono ampie e lisce, e tanto più violento e irrelato spicca il loro nastro scintillante sull’ambiente troppo selvaggio. Esse non hanno espressione. (Theodor Adorno)

Aforismi sul paesaggio

– Il paesaggio non ha linguaggio e la luce non ha grammatica, eppure milioni di libri cercano di raccontarli. (Robert Macfarlane)

– La tristezza senza ragione che il paesaggio infonde nel cuore degli uomini. (Haruki Murakami)

– Eterni viandanti di noi stessi, non esiste altro paesaggio se non quello che siamo. (Fernando Pessoa)

– Alle sue spalle le colline si aprono, il sole fiammeggia su campi così vasti da impartire un carattere il­limitato al paesaggio, i sentieri bian­cheggiano, le siepi basse hanno i rami intrecciati, l’atmosfera è incolore. (Thomas Hardy)

– Noi prendiamo una manciata di sabbia dal panorama infinito delle percezioni e la chiamiamo mondo. (Robert Maynard Pirsig)

– Una volta arrivati sulla vetta ci siamo voltati, e ci si è presentata una bellissima vista. L’atmosfera splendidamente chiara; il cielo azzurro intenso; le valli profonde; i profili selvaggiamente frastagliati; i cumuli di detriti ammassati nel corso dei secoli; le rocce dai colori vividi, in contrasto con le quiete montagne innevate; tutto questo insieme creava uno scenario che nessuno avrebbe potuto immaginare. (Charles Darwin)

– Una biblioteca è uno dei più bei paesaggi del mondo. (Jacques Sternberg)

– Talvolta, un albero umanizza un paesaggio meglio di quanto farebbe un uomo. (Gilbert Cesbron)

– Ciò che in un paesaggio vien detto romantico è un tranquillo senso del sublime sotto forma di passato o, il che è lo stesso, di solitudine, assenza, distacco. (Johann Wolfgang Goethe)

– Preferisco l’inverno e l’autunno, quando si sente la struttura ossea del paesaggio – la sua solitudine, il sentimento pieno dell’inverno. (Andrew Wyeth)

– Ogni giardinaggio è pittura di un paesaggio. (William Kent)

– Guardai dalla mia finestra un paesaggio che era già dentro di me e sentii un’emozione che era già nel paesaggio. (Eise Osman)

– Com’è difficile capire nel fare un quadro qual è il momento esatto in cui l’imitazione della natura deve fermarsi. Un quadro non è un processo verbale. Quando si tratta di un paesaggio, io amo quei quadri che mi fanno venir voglia di entrarci dentro per andarci a spasso. (Pierre Auguste Renoir)

– Le case saranno in grado di volare. Verrà il momento in cui intere comunità potranno migrare a sud in inverno, o spostarsi verso nuovi territori ogni volta che sentono il bisogno di cambiare paesaggio. (Arthur Charles Clarke)

– La nostra coscienza ha bisogno di una nuova totalità, unitaria, che superi gli elementi, senza essere legata ai loro significati particolari ed essere meccanicamente composta da essi – questo soltanto è il paesaggio. (George Simmel)

– Ogni paesaggio ha la sua storia: quella che leggiamo, quelli che sogniamo, e quelli che creiamo. (George Michael Sinclair Kennedy)

– La nostra coscienza ha bisogno di una nuova totalità, unitaria, che superi gli elementi, senza essere legata ai loro significati particolari ed essere meccanicamente composta da essi – questo soltanto è il paesaggio. (George Simmel)

– Si è spesso parlato dell’influenza del paesaggio sui sentimenti, ma non credo si sia mai parlato di quest’influenza su un atteggiamento morale. (Jean Genet)

Frasi sul paesaggio

– La creazione del paesaggio richiedeva una lacerazione rispetto al sentimento unitario della natura universale. (George Simmel)

– La natura imita ciò che l’opera d’arte le propone. Avete notato come, da qualche tempo, la natura si è messa a somigliare ai paesaggi di Corot? (Oscar Wilde)

– La vostra anima è un paesaggio squisito. (Paul Verlaine)

– Possa il vostro cammino essere tortuoso, ventoso, solitario, pericoloso e portarvi al panorama più spettacolare. (Edward Abbey)

– Il passeggio, gli spettacoli, e le Chiese sono le principali occasioni di società che hanno gli italiani, e in essi consiste, si può dir, tutta la loro società. (Giacomo Leopardi)

– Il paesaggio appare diverso visto da ogni singolo filo d’erba. (Marty Rubin)

– Era una terra di piaceri intorpiditi, di sogni ondeggianti davanti agli occhi semichiusi e di allegri castelli tra le nuvole che passano per sempre arrossando un cielo estivo. (Washington Irving)

– Darei tutti i paesaggi del mondo per quello della mia infanzia. (E.M. Cioran)

– Perché un uomo virtuoso si delizia per i paesaggi? Perché il frastuono del mondo polveroso e della clausura delle abitazioni umane sono quello che la natura abitualmente aborre; mentre, al contrario, la foschia, l’opacità, e gli spiriti ossessivi delle montagne sono ciò che cerca la natura umana, e che tuttavia raramente riesce a trovare. (Chu Hsi)

– La vita è come un paesaggio. Ci vivi in mezzo, ma puoi descriverlo solo dal punto di vista distante. (Charles Lindbergh)

– Il treno partì con due fischi e uno scossone. Al nostro passaggio, alcuni struzzi dalle piume fluttuanti balzarono via dai binari. Le montagne erano grigie e si intravvedevano appena nella foschia afosa. A volte un camion sporcava l’orizzonte con una nube di polvere. (Bruce Chatwin)

– La fotografia di paesaggio è la prova suprema del fotografo e spesso la sua delusione suprema. (Ansel Adams)

– Sono andata lì qualche volta: oltre le foreste, sulle montagne di notte. Ho visto il mondo cadere via e la luce bianca dell’eternità riempire l’aria. (Evangeline Lilly)

– Si è mai pensato a come un paesaggio plasma una lingua? E’ impossibile immaginare queste colline senza collegarle alle morbide sillabe irlandesi, proprio come certe forme di tedesco possono essere parlate solo sulle ripide falesie d’Europa; o l’olandese nelle fangose, gutturali, pianure fiamminghe. (Alexander McCall Smith)

– Credi che finché la terra è rotonda, potrai trovare ovunque paesaggi naturali? Può una faccia rotonda avere più di un naso? (Salvador Dalì)

– Il mondo intero è per me molto “vivo” – tutte le piccole cose che crescono, perfino le rocce. Non riesco a guardare crescere un po d’erba e di terra , per esempio, senza percepire la vita essenziale, le cose che si muovono con loro. Lo stesso vale per una montagna, o un tratto di mare, o un magnifico pezzo di legno vecchio. (Ansel Adams)

– Crediamo di essere un paese, ma la verità è che siamo poco più di un paesaggio. (Nicanor Parra)

– Se riesco a scrivere dei libri è perché in un paesaggio vedo cose diverse da quelle che ci vede un altro, sento cose diverse e scegliendo parole diverse riesco a costruire storie che hanno una loro originalità. (Haruki Murakami)

– Ai nostri giorni quasi ogni cosiddetto miglioramento a cui l’uomo possa por mano, come la costruzione di case e l’abbattimento di foreste e alberi secolari, perverte in modo irrimediabile il paesaggio e lo rende sempre più addomesticato e banale. (Henry David Thoreau)