Mtskheta: cosa vedere nell’antica capitale del regno di Georgia

Cosa vedere a Mtskheta, attrazioni e luoghi da visitare nella città della Georgia con un grande patrimonio artistico di chiese e monumenti.

cattedrale di svetitskhoveli mtskheta georgia

Attrazioni Mtskheta

Vicino a Tbilisi si trova Mtskheta, situata in posizione strategica alla confluenza dei fiumi Mtkvari e Aragvi. Antica capitale del regno di Georgia fra il III secolo a.C. e il V secolo d.C., Mtskheta è un luogo molto significativo per la Chiesa ortodossa georgiana, poiché il cristianesimo divenne religione di stato proprio qui intorno al 327.

Già nel I secolo la città vantava una reliquia molto importante, portata da Gerusalemme da un ebreo del posto di nome Elioz, si tratterebbe della Tunica del Signore, sepolta secondo la tradizione, sotto la Cattedrale di Svetitskhoveli.

E’ in questa grande Chiesa che tuttora si svolgono importanti liturgie della Chiesa Ortodossa Georgiana. La terra di Mtskheta conserva rovine risalenti a prima dell’XI secolo a.C, e un patrimonio di chiese medievali di grande valore architettonico e religioso, inserite tra i Patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Fra questi monumenti spicca la cattedrale di Svetitskhoveli.

L’attuale struttura fu costruita nell’XI secolo sulle rovine della chiesa risalente al V secolo. Il nome Svetitskhoveli significa Colonna che dà la vita, ed ha origine dalla tradizione riguardante la Tunica del Signore portata a Mtskheta dall’ebreo Elioz, che la consegnò a sua sorella Sidonia, che dopo averla stretta a sé con grande ardore morì.

Luoghi da visitare a Mtskheta

Sidonia fu sepolta insieme alla Sacra Tunica, ma con il passare del tempo il luogo della sua tomba venne dimenticato e, quando nel IV secolo fu deciso di costruire la prima chiesa, non fu possibile sollevare da terra la colonna che doveva essere collocata al centro dell’edificio.

Dopo le preghiere di Santa Nino, la Santa a cui è attribuita la conversione al cristianesimo della Georgia, la colonna si spostò da sola verso il sito della sepoltura di Sidonia e della Veste del Signore. Da questa colonna sgorgò della mirra, che fu usata per la guarigione di molte persone.

Quindi nel V secolo fu costruita la chiesa in pietra, le cui esigue rovine si trovano a sinistra dell’attuale Cattedrale, restaurata varie volte nel corso dei secoli. All’interno della Cattedrale, dove una volta si trovava la colonna miracolosa, c’è la tomba di Sidonia, ricostruita nella seconda metà del XVII secolo. Un altro monumento significativo di Mtskheta, è il monastero ortodosso di Jvari, o monastero della Croce, situato sulla cima di una montagna vicino alla confluenza dei fiumi Mtkvari e Aragvi, in una splendida posizione panoramica.

L’edificio attuale fu eretto alla fine del VI secolo, sul sito dove s’innalzava una croce. La sua architettura, in stile tretraconco georgiano antico, fu presa a modello per la costruzione di numerose chiese della Georgia. Nei pressi di Mtskheta si trovano altre testimonianze antiche, come le rovine del castello di Bebris Tsikhe e, nel Museo della città, è conservata un’interessante collezione di reperti archeologici rinvenuti sul territorio.