Maremma: cosa vedere tra Follonica e foce del Chiarone

Parco dell'uccellina - Maremma Toscana
Parco dell'uccellina - Maremma Toscana

Cosa vedere in Maremma, itinerario alla scoperta del territorio di quest’area costiera della Toscana, un parco regionale esteso tra zone archeologiche e città da visitare.

Informazioni turistiche

La Maremma propriamente detta è la Maremma grossetana, un territorio che si estende nella Toscana del sud e comprende la provincia di Grosseto, la costa tra il Golfo di Follonica e la foce del torrente Chiarone, che sfocia nel mare a sud del promontorio dell’Argentario, e la bassa Valle dell’Ombrone.

Vengono attribuite alla Maremma, anche se non lo sono geograficamente, le aree interne delle Colline Metallifere grossetane, delle Colline dell’Albegna e del Fiora, e l’area del Tufo. Le località principali della Maremma sono Grosseto, Castiglione della Pescaia, Follonica, Orbetello e Massa Marittima.

Fra le zone protette, le più importanti sono il Parco Regionale della Maremma, la zona archeologica di Vulci e il Parco dell’Uccellina.

Cosa vedere in Maremma

Grosseto

Le origini di Grosseto risalgono all’alto Medioevo.

Il suo centro storico è racchiuso da una cinta muraria cinquecentesca bastionata di forma esagonale, uno dei pochi esempi di architettura militare tardorinascimentale.

Al suo interno sorgono pregevoli monumenti.

Il Duomo di San Lorenzo fu realizzato fra la fine del XIII secolo e l’inizio del XIV secolo, in stile Romanico-Gotico, nel sito dove si trovava la pieve di Santa Maria.

Nel corso dei secoli ha subito vari rimaneggiamenti e ristrutturazioni, di cui l’ultima nel XIX secolo.

La Chiesa di San Francesco, costruita in epoca Medievale, è stata rimaneggiata in epoche successive.

La Chiesa di San Pietro costituisce l’edificio religioso più antico di Grosseto.

La Chiesa della Misericordia sorse come oratorio nel dodicesimo secolo.

Il Convento delle Clarisse e la Chiesa dei Bigi, attualmente sconsacrati, sono sede di un Museo e di un polo universivario.

Fra gli edifici civili degni di nota rientrano il Palazzo Aldobrandeschi, costruito in epoca medievale, che si presenta in stile neogotico dopo la ricostruzione avvenuta nel secolo scorso, e il Palazzo Comunale, in stile neo-rinascimentale.

Merita vedere inoltre il Cassero del Sale, costruito nel quattordicesimo secolo come luogo di produzione e distribuzione del sale, proveniente dalle saline un tempo presenti sulla costa, il Teatro degli Industri, il Palazzo del Vecchio Tribunale, il Palazzo Tognetti e il Palazzo del Genio Civile.

Il comune di Grosseto, nonostante il centro storico sia di dimensione contenuta, comprende un territorio molto vasto e può vantare luoghi interessanti anche nelle frazioni e nella campagna circostante.

Castiglione della Pescaia

E’ una bella località balneare della provincia di Grosseto, con mare e spiagge sono molto apprezzate per la loro ottima qualità ambientale e turistica.

La località è dominata dal centro storico medievale che si trova arroccato sul promontorio e culmina con il Castello, una fortificazione sorta come torre di avvistamento intorno al X secolo, ad opera dei Pisani, il suo aspetto attuale è il risultato di ampliamenti e ristrutturazioni avvenute nei secoli successivi.

Da questa postazione si può ammirare un panorama stupendo.

Massa Marittima

E’ un comune della provincia di Grosseto, sorge nella zona delle colline metallifere ed è un’affascinante città d’arte.

Il centro storico di Massa Marittima, che sorge su un colle a circa 380 metri di altitudine, è suddiviso in città vecchia, circondata interamente dalle mura difensive, e in città nuova, delimitata parzialmente dalle mura difensive, le due parti sono collegate dalla porta alle Silici.

Il cuore della città vecchia è piazza Garibaldi, dalla caratteristica pianta irregolare, sulla quale si affacciano gli edifici più prestigiosi della città, a iniziare dalla Cattedrale di San Cerbone, un capolavoro in stile romanico-pisano costruito fra la fine del XII secolo e la prima metà del XIII secolo.

Il Palazzo del Podestà del XIII secolo, ospita il Museo Archeologico e la Pinacoteca.

Meritevoli di attenzione sono il duecentesco palazzo dei conti di Biserno, il Palazzo del Comune, costruito in epoca medievale, e le Logge del Comune, situate di fronte al Palazzo Comunale, al piano inferiore di Palazzo Malfatti.

Le logge furono sede delle adunanze pubbliche del libero comune medievale e successivamente sede del mercato fino al secondo dopoguerra.

Altri monumenti interessanti sono il Palazzo dell’Abbondanza, l’antica zecca, la casa natale di San Bernardino, la Fortezza Senese e la Torre del Candeliere.

Il Palazzetto delle Armi, nella città nuova, oltre alle belle architetture religiose, tra cui la Chiesa di San Francesco, in stile gotico, la Chiesa sconsacrata di San Pietro all’Orto, del XIV secolo, la Chiesa di San Rocco e la Chiesa di Sant’Agostino, rappresentano altri monumenti che meritano di essere visti.