Frasi sul luogo

Citazioni, aforismi e frasi sul luogo, ovvero su quello spazio delimitato rappresentante una realtà geografica con le caratteristiche proprie di un ambiente da visitare o di un posto dove vivere stabilmente.

Citazioni sul luogo

– Talvolta noi crediamo di sentire la nostalgia di un luogo lontano, mentre in verità abbiamo nostalgia del tempo che laggiù abbiamo trascorso, quando eravamo più giovani e più freschi. In tal caso il tempo ci inganna, prendendo la maschera dello spazio. Se noi viaggiamo verso quel luogo potremo convincerci dell’inganno. (Arthur Schopenhauer)

– Un luogo è dotato di qualità quando, in qualche modo appropriato alla persona e alla sua cultura, rende l’individuo consapevole dell’appartenenza ad una comunità, della propria storia, dello svolgersi della vita, e dell’universo spazio-temporale che racchiude tutto ciò. (Kevin Lynch)

– Nasciamo, per così dire, provvisoriamente, da qualche parte; soltanto a poco a poco andiamo componendo in noi il luogo della nostra origine, per nascervi dopo, e ogni giorno più definitivamente. (Rainer Maria Rilke)

– Se ciascuno potesse scegliersi il luogo dove nascere, certi paesi sarebbero completamente vuoti. (Eric Linklater)

– Lascia i tuoi luoghi e cerca altri lidi, o giovane, e ti si apriranno più vasti orizzonti. (Petronio Arbitro)

– Il mondo è rotondo e il luogo che può sembrare la fine può anche essere l’inizio. (Ivy Baker Priest)

– Quale luogo spaventevole ha saputo fare della terra il cristianesimo, già per il solo fatto di aver collocato ovunque il crocifisso, e per aver in tal modo designato la terra come il luogo in cui il giusto viene martirizzato a morte! (Friedrich Nietzsche)

– Non finiremo mai di cercare. E la fine della nostra ricerca sarà l’arrivare al punto da cui siamo partiti e il conoscere quel luogo per la prima volta. (Thomas Stearn Eliot)

– La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose. (Henry Miller)

– Il vero luogo natio è quello dove per la prima volta si è posato uno sguardo consapevole su sé stessi: la mia prima patria sono stati i libri. (Marguerite Yourcenar)

– Niente come tornare in un luogo rimasto immutato ci fa scoprire quanto siamo cambiati. (Nelson Mandela)

– Quando vivi in un luogo a lungo, diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco. (Josef Koudelka)

– Un viaggio è sempre una scoperta, prima di luoghi nuovi è la scoperta di ciò che i luoghi nuovi fanno alla tua mente e al tuo cuore. Viaggiare è sempre, in qualche forma, esplorare se stessi. (Stephen Littleword)

– La Legge della causa e dell’effetto è al lavoro in ogni luogo dell’intero Universo. (Charles Haanel)

– Quando vivi in un luogo a lungo, diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco. (Josef Koudelka)

– La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose. (Henry Miller)

– Noi possediamo i luoghi che abbiamo visitato, li portiamo con noi nel ricordo, e diventano una parte del nostro essere. (Martin Conway)

– Conoscere i luoghi, vicino o lontani, non vale la pena, non è che teoria; saper dove meglio si spini la birra, è pratica vera, è geografia. (Johann Wolfgang Goethe)

– L’amore può condurci all’inferno o al paradiso, comunque ci porta sempre in qualche luogo. È necessario accettarlo, perché esso è ciò che alimenta la nostra esistenza. (Paulo Coelho)

– L’ingiustizia in qualsiasi luogo è una minaccia alla giustizia dovunque. (Martin Luther King)

– La casa è l’unico luogo di libertà. Anzi, è l’unico luogo di anarchia. È l’unico punto sulla terra dove un uomo può cambiare regime all’improvviso, fare esperimenti e concedersi dei capricci. In qualunque altro posto egli vada deve accettare le regole del negozio, dell’albergo, del club, del museo in cui gli capita di entrare. A casa sua può mangiare sul pavimento, se vuole. (Gilbert Keith Chesterton)

– Una biblioteca è un luogo dove si può perdere la vostra innocenza senza perdere la verginità. (Germaine Greer)

– La tavola è il solo luogo dove non ci si annoia mai durante la prima ora. (Anthelme Brillat Savarin)

– Le persone giungono sempre al momento giusto nei luoghi in cui sono attese. (Paulo Coelho)

Aforismi sul luogo

– Ogni qualvolta si trovava in viaggio da un luogo all’altro, era in grado di valutare la propria vita con un po’ più di obiettività del solito. Spesso, proprio durante un viaggio i suoi pensieri divenivano particolarmente lucidi, e prendeva decisioni cui non poteva arrivare quand’era fermo in un luogo. (Paul Bowles)

– Credevo che la felicità fosse sempre domani, e poi domani e domani ancora. Forse essa è qui. Forse essa è ora. E io ho guardato in qualsiasi altro luogo. (Osho)

– Se a volte un edificio seducente ci mette di buon umore, ci sono invece momenti in cui nemmeno il luogo più ameno sarà in grado di sfrattare la nostra tristezza o la nostra misantropia. (Alain de Botton)

– Il paradiso non è un luogo, è uno stato dell’anima. (Georges Barbarin)

– Come il novanta per cento dell’umanità, vorrei sempre essere altrove, dove non sono, nel luogo dal quale sono or ora fuggito. (Thomas Bernhard)

– Molte volte sono finito in ginocchio spinto da una schiacciante convinzione di non avere alcun altro luogo dove andare. (Abraham Lincoln)

– Quel che ci si può attendere da noi è di andare il più lontano possibile e non di arrivare in qualche luogo. (Georges Bataille)

– Non c’è nulla di più fragile dell’equilibrio dei bei luoghi. (Marguerite Yourcenar)

– Ci sono le eterotopie del tempo che si accumula all’infinito, come ad esempio i musei, le biblioteche. (Michel Foucault)

– L’amore può condurci all’inferno o al paradiso, comunque ci porta sempre in qualche luogo. È necessario accettarlo, perché esso è ciò che alimenta la nostra esistenza. (Paulo Coelho)

– La felicità non è un posto. (Wilbur Smith)

– Ci sono luoghi che suscitano ammirazione; ve ne sono altri che commuovono e in cui si vorrebbe vivere. Mi sembra che si dipenda dai luoghi in funzione dell’immaginazione, del temperamento, della passione, del gusto e dei sentimenti. (Jean de La Bruyère)

– Il palazzo, ragnatela di sogni e desideri e invidie si disfa: ossia cessa d’essere uno spazio esterno a noi, con porte e scale e mura, per ritornare a celarsi nelle nostre menti, nel labirinto dei pensieri. (Italo Calvino)

– Viaggiando ci s’accorge che le differenze si perdono: ogni città va somigliando a tutte le città, i luoghi si scambiano forma ordine distanze, un pulviscolo informe invade i continenti. (Italo Calvino)

– L’eterotopia ha il potere di giustapporre, in un unico luogo reale, diversi spazi, diversi luoghi che sono tra loro incompatibili. (Michel Foucault)

– Ognuno lascia la sua impronta nel luogo che sente appartenergli di più. (Haruki Murakami)

– Ci pare sempre di essere vissuti a lungo nei luoghi in cui abbiamo vissuto intensamente. (Marguerite Yourcenar)

– Alcuni luoghi parlano con voce distinta. Certi giardini stillanti reclamano a tutti i costi un delitto; certe vecchie case esigono di essere popolate da fantasmi; certe coste sono messe da parte per i naufraghi. Sembrano ancora in attesa della leggenda giusta. (Robert Louis Stevenson)

– E’ la gente triste che fa tristi i luoghi. (Italo Svevo)

– Prenditi cura del tuo corpo. È l’unico posto che hai per vivere. (Jim Rohn)

– Niente diventa leggendario più in fretta di un luogo pubblico brutalmente sottratto alla frequentazione popolare. (Daniel Pennac)

– Ho passato la vita a guardare negli occhi della gente, è l’unico luogo del corpo dove forse esiste ancora un’anima. (José Saramago)

– Gli umani vivono meglio quando ognuno ha il suo proprio posto dove stare, quando ognuno sa a quale punto appartiene, nello schema delle cose, e ciò che può riuscire a fare. Distruggetegli tutto questo, e distruggerete la persona. (Frank Herbert)

– Per Konstantin Levin la campagna era un luogo di vita, cioè di gioia, di sofferenza e di lavoro; per Sergej Ivanovic la campagna era, da una parte, il riposo dal lavoro, dall’altra un utile controveleno alla corruzione, ch’egli prendeva con piacere, consapevole della sua efficacia. Per Konstantin Levin la campagna era tanto bella perché rappresentava il campo di azione per un lavoro indubbiamente utile; per Sergej Ivanovic la campagna era bella perché vi si poteva e vi si doveva restare oziosi. (Lev Tolstoj)

Frasi sul luogo

– Mi sogno che su questa terra non c’è un posto tranquillo per il nostro amore, né qui in paese né altrove, e m’immagino perciò una tomba, profonda e stretta. (Franz Kafka)

– La mente è un suo proprio luogo e in se stessa può fare un paradiso dall’inferno o un inferno dal paradiso. (John Milton)

– “Luogo” è un concetto che nel mondo della manifattura ha sempre meno importanza: le idee vincono la geografia. (Chris Anderson)

– Il mondo è un bel posto e vale la pena lottare per esso. (Ernest Hemingway)

– Il nessun luogo che si stende fra il qui di casa tua e il là di un altrove continuerà a essere uno dei luoghi dove vivi. (Paul Auster)

– E’ possibile innamorarsi a prima vista di un luogo come di una persona. (Alec Waugh)

– Forse è meglio avere un posto dove andare che odi piuttosto che non avere nessun posto. (Alistar Macleod)

– L’artista è un ricettacolo di emozioni che vengono da ogni luogo: dal cielo, dalla terra, da un pezzo di carta, da una forma di passaggio, da una tela di ragno. (Pablo Picasso)

– Rivedo i luoghi dove ho già sorriso…Oh! Come lacrimoso quel sorriso! (Giovanni Pascoli)

– Quell’angolo di terra più degli altri mi sorride…(Orazio)

– Non bisognerebbe mai tornare nei posti dove si è stati bene. (Gabriele Salvatores)

– Quando il tempo si arresta, diventa luogo. (Chawki Abdelamir)

– L’influsso esercitato dai luoghi sui libri e quello dai libri sui luoghi somiglia al problema dell’uovo e della gallina. (Gustave Flaubert)

– Com’è difficile staccarsi dai luoghi. Per quanta attenzione facciamo, ci trattengono. E lasciamo pezzetti di noi stessi sui paletti delle staccionate, piccoli stracci e brandelli della nostra vita. (Katherine Mansfield).

– Era una terra di piaceri intorpiditi, di sogni ondeggianti davanti agli occhi semichiusi e di allegri castelli tra le nuvole che passano per sempre arrossando un cielo estivo. (Washington Irving)

– Un Viaggio è sempre una scoperta, prima di luoghi nuovi è la scoperta di ciò che i luoghi nuovi fanno alla tua mente e al tuo cuore. Viaggiare è sempre, in qualche forma, esplorare se stessi. (Stephen Littleword)

– Nessuno ha mai avuto il coraggio di vendere libri in questo angolo dimenticato di mondo. (Bill Nighy)

– Prova a lasciare la Terra un posto migliore di quando sei arrivato. (Sidney Sheldon)

– Non è granché, è solo un posto in cui ero felice. La nostra terrazza rocciosa sulla valle. Un po’ meno verdeggiante del solito, forse, ma i cespugli di more si piegano sotto il peso dei frutti. (Suzanne Collins)

– Quando lasci un bel posto, lo porti con te ovunque tu vada. (Alexandra Stoddard)

– Secondo lei, taluni luoghi sulla terra possedevano la peculiarità di produrre la felicità, quasi essa fosse stata una pianta alla quale è necessario un particolare terreno, una pianta che cresce male in qualunque altro luogo. (Gustave Flaubert)

– Vorrei sempre essere altrove, dove non sono, nel luogo dal quale sono or ora fuggito. Solo nel tragitto tra il luogo che ho appena lasciato e quello dove sto andando io sono felice. (Thomas Bernhard)

– Due cose non possono occupare contemporaneamente lo stesso posto. (Frances Hodgson Burnett)

– Non c’è niente come tornare in un luogo che non è cambiato, per rendersi conto di quanto sei cambiato. (Nelson Mandela)

– C’è un posto nel cuore che non sarà mai riempito. Uno spazio. Lo conosceremo più che mai. C’è un posto nel cuore che non può essere riempito. E noi aspetteremo e aspetteremo in quello spazio. (Alden Ehrenreich)

– Vorrei solo essere lì dove sei tu. Vorrei solo fidarmi di te ed amarti e stare con te. Solo con te, dentro di te, intorno a te, in tutti i posti concepibili ed in quelli inconcepibili. Mi piacerebbe essere lì dove ci sei tu. (Frida Kahlo)

– Per giungere nel luogo a cui si tende, bisogna dirigersi con tutte le forze verso un punto molto più alto. Abbassare l’ideale, non solo è diminuire la probabilità di giungere alla perfezione, ma distruggere l’ideale stesso. (Lev Tolstoj)

Modifica impostazioni privacy