Granada (Spagna): cosa vedere nella città dell’Alhambra

Cosa vedere a Granada, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, dall’Alhambra all’Albaicin per arrivare fino alla cattedrale e al parco della scienza.

Alhambra - Granada (Spagna)

Informazioni turistiche

Città dell’Andalusia, Granada è famosa soprattutto per il suo bellissimo palazzo-fortezza, l’Alhambra, che è il più grande palazzo islamico medievale del mondo, e per il centro storico caratterizzato da strade strette.

Cosa vedere

Albaicin: è il quartiere situato sulla collina di fronte all’Alhambra, un labirinto di strade strette e tortuose, caratterizzato da piazze pittoresche, grandi case con giardini recintati, antiche chiese, di cui molte in precedenza erano moschee, mura, archi medievali e panorami favolosi, soprattutto guardando dal Mirador San Nicolás il suggestivo scenario del complesso.

Alhambra: è considerato l’edificio più rappresentativo dell’architettura moresca in Spagna. Il nome arabo, che ha il significato di rosso, deriva dal colore dei mattoni che formano le pareti esterne.

La costruzione che ebbe inizio nel 1238 per volere di Ibn Ahmar, fondatore della dinastia Nasridi, doveva essere palazzo e fortezza allo stesso tempo.

Fu rielaborata successivamente più volte dai successori del fondatore fino al completamento avvenuto nel 1358.

I visitatori possono esplorare la cittadella, Alcazaba, che è la parte più antica del complesso, il Palazzo dell’Alhambra, contenente il Patio de los Leones (Corte dei Leoni), un bacino d’alabastro sostenuto da dodici leoni di marmo bianco.

I giardini Generalife, costellati di piscine e fontane, si trovano sulla vicina collina e furono realizzati nel 14° secolo.

Cappella Reale: fu commissionata dai conquistatori cristiani di Granada, Ferdinando e Isabella, come loro luogo di sepoltura, completata nel 1521, è un edificio gotico adiacente alla cattedrale, anch’essa in stile gotico e rinascimentale insieme.

Huerta de San Vicente: casa estiva dello scrittore Federico Garcia Lorca, Huerta de San Vicente è perfettamente conservata e in essa sono esposte documentazioni sulla vita di Lorca.

Monastero La Cartuja: nella sacrestia e nella chiesa di questo monastero sono visibili begli esempi di sculture risalenti al periodo tardo barocco spagnolo, caratterizzate da uno stile molto elaborato e colorato.

Monastero di San Jerónimo: da visitare in particolare la chiesa del XVI secolo dove risalta lo splendore delle sculture colorate presenti.

Parco della Scienza è il museo all’aperto più visitato di Granada, interattivo e divertente, nell’Eureka Hall i visitatori possono giocare con un giroscopio o osservare il cielo dal Planetario epico.