Golfo di Napoli turismo: tra la penisola flegrea e sorrentina

Guida turistica golfo di Napoli, dove si trova l’ampia insenatura il primo, cosa comprende tra le penisole che ne costituiscono le due estremità principali.

Golfo di Napoli

Guida Golfo di Napoli

Il golfo di Napoli rappresenta un’insenatura situata nella parte meridionale del Mar Tirreno, racchiusa tra la penisola flegrea a nord-ovest, la cui estremità è Capo Miseno, e la penisola sorrentina a sud-est, la cui estremità è Punta Campanella.

Essendo considerate da molti le isole del golfo come un prolungamento delle due penisole, le estremità di questo golfo si possono addirittura estendere fino a Punta Imperatore, posta sull’isola di Ischia, e Punta Carena, situata sull’Isola di Capri.

Il golfo di Pozzuoli è invece interamente compreso nel golfo di Napoli, geograficamente situato tra Capo Miseno e Capo Posillipo.

Le vie marittime attraverso le quali si accede al golfo sono il canale di Procida, tra l’isola di Procida e la terraferma, il canale d’Ischia, tra l’isola d’Ischia e Vivara, la Bocca Grande, che rappresenta l’entrata principale, tra isola di Ischia e isola di Capri, la Bocca Piccola, tra isola Capri e penisola sorrentina.

I primi abitanti sulle coste del golfo di Napoli risalgono all’età preistorica mentre in epoca greco-romana sorsero porti e città di rilievo tra cui Miseno, Cuma, Baia, Pozzuoli, Ercolano, Pompei, Oplonti e Stabia.

Il numero globale di abitanti oggi è molto elevato comprendendo l’area metropolitana di Napoli e conosciutissime località di villeggiatura come Ischia, Capri e Sorrento.