Frasi di George Eliot: aforismi, citazioni

Citazioni, aforismi e frasi di George Eliot, pseudonimo della scrittrice britannica Mary Anne Evans, vissuta tra il 1819 e il 1880, autrice di romanzi ambientati prevalentemente in Gran Bretagna, in stile realista e con approfondimento psicologico dei personaggi protagonisti.

Citazioni di George Eliot

– Mi piacerebbe conoscere qual è la funzione appropriata di una donna, se non per costituire un motivo perché i mariti stiano a casa, e un motivo ancor più forte perché gli scapoli escano. (George Eliot)

– Il fallimento dopo una lunga perseveranza è più grandioso del non aver lottato a lungo abbastanza per essere chiamato fallito. (George Eliot)

– L’importante lavoro di mandare avanti il mondo non aspetta di essere fatto dagli uomini perfetti. (George Eliot)

– Affidiamo la gente alla misericordia di Dio, ma noi non ne dimostriamo alcuna. (George Eliot)

– E’ molto difficile dire l’esatta verità, anche sui tuoi sentimenti del momento, molto più difficile che dire qualcosa di carino sugli stessi che non è l’esatta verità. (George Eliot)

– Per farsi un’idea della miseria dei nostri connazionali basta dare un’occhiata a come si divertono. (George Eliot)

– Sono convinto che l’eccessiva produzione letteraria sia un’offesa sociale. (George Eliot)

– In ogni addio c’è un’immagine della morte. (George Eliot)

– Io penso che non avrei altri desideri mortali, se potessi avere sempre musica in abbondanza. Essa sembra infondere forza alle mie membra e idee nel mio cervello. La vita sembra proseguire senza sforzo, quando sono immersa nella musica. (George Eliot)

– Le donne più felici, come le nazioni più felici, non hanno storia. (George Eliot)

– Era come un gallo che pensava che il sole sorgesse per ascoltarlo cantare. (George Eliot)

– Uno deve essere povero per conoscere il lusso del donare. (George Eliot)

– Ciò che chiamiamo disperazione spesso non è altro che la dolorosa avidità d’una speranza non esaudita. (George Eliot)

– La profezia è la forma più gratuita di errore. (George Eliot)

– Non servirà a molto innaffiare il raccolto dell’anno scorso. (George Eliot)

– Benedetto è l’uomo che, non avendo nulla da dire, si astiene dal dimostrare con le parole l’evidenza del fatto. (George Eliot)

– Noi tutti siamo portati a credere ciò che il mondo crede di noi. (George Eliot)

– Le speranze di una donna sono intessute di raggi di sole. (George Eliot)

– Sta arrivando un’elezione. Viene dichiarata la pace universale, e le volpi hanno un sincero interesse nel prolungare la vita del pollame. (George Eliot)

– I grandi sentimenti talvolta assumono le apparenze dell’errore, e la grande fede, le apparenze dell’illusione. (George Eliot)

– Certuni devono sposarsi per elevare un po’ le loro condizioni, ma quando io avrò bisogno di una cosa simile, spero che qualcuno me lo dica, spero che qualche individuo mi informi della cosa. (George Eliot)

Aforismi di George Eliot

– L’inizio di una conoscenza, che sia di persone oppure di cose, consiste nell’ottenere un contorno definito della nostra ignoranza. (George Eliot)

– Se la giovinezza è la stagione della speranza, lo è spesso solo nel senso che i più anziani sono pieni di speranza per noi. (George Eliot)

– Noi dobbiamo trovare i nostri compiti in ciò che ci capita, non in ciò che avrebbe potuto essere. (George Eliot)

– A poco a poco diventeremo un mucchio di essere sgangherati! Ma non importa: più diventiamo brutti per gli altri, più simpatici ci troveremo tra di noi! (George Eliot)

– Ti dico che non c’è una cosa sotto il sole che abbia bisogno di essere fatta, che un uomo non possa fare meglio di una donna, a meno che non sia mettere al mondo dei bambini, e lo fanno in modo così scadente che sarebbe meglio fosse stato un compito lasciato agli uomini. (George Eliot)

– Il desiderio di conquista è in sé una sorta di soggezione. (George Eliot)

– I nostri propositi ci determinano, tanto quanto noi determiniamo loro. (George Eliot)

– Celia non era per natura portata a insistere su argomenti spiacevoli. Da piccola la sua indole non la portava mai a litigare con nessuno – solo a osservare con stupore che gli altri litigavano con lei e assumevano l’aspetto di tacchini; dopo di che, una volta che si fossero calmati, era pronta a giocare a ripiglino con loro. (George Eliot)

– La crudeltà, come tutti i vizi, non richiede altro motivo che se stessa: ha bisogno soltanto di un’occasione. (George Eliot)

– Tra ogni genere di sbaglio, la profezia è il più gratuito. (George Eliot)

– L’orgoglio non è male quando ci spinge soltanto a nascondere le nostre ferite e a non ferire gli altri. (George Eliot)

– Il più forte principio di crescita giace nella scelta umana. (George Eliot)

– Tutti i significati che conosciamo, dipendono dalla chiave interpretativa. (George Eliot)

– La legge è fatta per la protezione dei bricconi. (George Eliot)

– Il fallimento dopo un lungo perseverare è molto più splendido che non aver mai fatto uno sforzo degno di essere chiamato un fallimento. (George Eliot)

– I bambini sono anche il simbolo del matrimonio eterno tra l’amore e il dovere. (George Eliot)

– La madre troppo spesso sta alle spalle della figlia come una brutta profezia: “Quale io sono, tale lei lo sarà in breve”. (George Eliot)

– Gli animali sono amici così piacevoli: non fanno domande, non criticano. (George Eliot)

– Le biografie solitamente sono una malattia della letteratura Inglese. (George Eliot)

– I momenti d’oro della nostra vita si allontanano veloci e, innanzi a noi, non rimane che sabbia; gli angeli ci fanno visita e noi, ci accorgiamo di loro quando sono partiti per sempre. (George Eliot)

– Quale solitudine è più sola della diffidenza? (George Eliot)

Frasi di George Eliot

– Non provo compassione per i presuntuosi, perché penso che portino con sé i mezzi per consolarsi. (George Eliot)

– Non è mai troppo tardi per essere ciò che avremmo potuto essere. (George Eliot)

– I destini dell’umanità, alla luce del Cristianesimo, facevano apparire le smanie della moda femminile un’occupazione da manicomio. (George Eliot)

– Talvolta si prende come cattiva abitudine l’essere infelici. (George Eliot)

– Decidi su ciò che pensi sia giusto, e persevera. (George Eliot)

– Sorridi e fatti degli amici; ostenta un cipiglio e fatti venire le rughe: che viviamo a fare, se non per renderci la vita meno complicata a vicenda? (George Eliot)

– E’ una delle cose più odiose nella vita di una ragazza, che si debba sempre supporre che ci sia del tenero fra lei e qualsiasi uomo che le mostra gentilezza e al quale essa è grata. (George Eliot)

– Un modo di farsi un’idea delle miserie dei nostri compatrioti è andare a vedere i loro piaceri. (George Eliot)

– Certo che le donne sono sciocche. Dio Onnipotente le ha create per essere uguali agli uomini. (George Eliot)

– Il fuoco migliore non è quello che brucia più in fretta. (George Eliot)

– L’impresa difficile di conoscere un’altra anima non è fatta per dei giovanotti la cui coscienza è per lo più composta dai loro desideri. (George Eliot)

– Il bene crescente del mondo è parzialmente dipendente da atti ignorati dalla storia; e se le cose non vanno così male per te e per me come avrebbe potuto essere, si deve in parte al numero di persone che vissero fedelmente una vita anonima, e riposano in tombe dimenticate. (George Eliot)

– Non vi sono sentimenti, eccetto gli estremi della paura e del dolore, che non possono trovare sollievo nella musica. (George Eliot)

– Vorrei che, per una volta, i suoi personaggi non parlassero come gli eroi e le eroine di un verbale di polizia. (George Eliot)

– Amo non solo essere amata, ma anche sentirmelo dire. (George Eliot)

– Un pugno è sarcasmo diventato stupido. (George Eliot)

– Nessun male ci condanna senza speranza tranne il male che amiamo, e quello nel quale desideriamo perseverare, e a cui non facciamo alcun tentativo di sfuggire. (George Eliot)

– L’ignoranza dà a una persona una vasta gamma di probabilità. (George Eliot)

– Ci sono molte vittorie peggiori di una sconfitta. (George Eliot)

– La vita si misura dalla rapidità del cambiamento, dalla successione delle influenze che modificano l’essere. (George Eliot)

– La ricompensa per chi adempie ad un dovere è la capacità di adempierne un altro. (George Eliot)

– Quando la volontà di una donna è forte quanto l’uomo che vuole dominarla, metà della sua forza deve essere necessariamente occultata. (George Eliot)

Modifica impostazioni privacy