Frasi di Sant'Agostino

Frasi di Sant’Agostino: aforismi, citazioni famose

Frasi celebri Sant’Agostino, aforismi e confessioni senza tempo sull’amore e sull’amicizia, pensieri e parole sulla vita e sulla morte, massime e citazioni su bellezza, scienza, battesimo e carità, invito all’umiltà e a vivere rettamente ogni giorno con perseveranza.


Citazioni Sant’Agostino

– L’amicizia degli uomini è dolce perché con un nodo d’affetto fa di molte anime un’anima sola.

– La nave del cuore sempre è percossa dall’onda de’ pensieri, ed è spinta in qua e in là senza cessazione.

– Tardi ti amai, bellezza così antica e così nuova, tardi ti amai. Sì, perché tu eri dentro di me e io fuori. Lì ti cercavo. Deforme, mi gettavo sulle belle forme delle tue creature. Eri con me, e non ero con te. Mi tenevano lontano da te le tue creature, inesistenti se non esistessero in te. Mi chiamasti, e il tuo grido sfondò la mia sordità; balenasti, e il tuo splendore dissipò la mia cecità; diffondesti la tua fragranza, e respirai e anelo verso di te, gustai e ho fame e sete; mi toccasti, e arsi di desiderio della tua pace.

– Come gli amici adulando pervertono, così i nemici, con i rimproveri, molte volte correggono.

– Ama e fa’ ciò che vuoi; sia che tu taccia, taci per amore; sia che tu parli, parla per amore; sia che tu corregga, correggi per amore; sia che perdoni, perdona per amore; sia in te la radice dell’amore, poiché da questa radice non può procedere se non il bene.

– Non v’è male tanto grande da non dover essere fatto per evitarne uno peggiore.

– Ogni amore o ascende o discende; dipende dal desiderio: se è buono ci innalziamo a Dio, se è cattivo precipitiamo nell’abisso.

– Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei mari, dei fiumi, delle stelle; e passano accanto a sé stessi senza meravigliarsi.

– Ama e persevera nell’amore; non defrauderò il tuo amore, io che ho mondato il tuo cuore.

– Nessuno agisce bene contro voglia, anche se è bene quello che fa.

– Se avrai la carità, avrai tutto; senza la carità nulla ti gioverà, qualunque cosa tu abbia.

– La fede è credere a ciò che non vediamo; e la ricompensa per questa fede è il vedere ciò che crediamo.

– Anche i poveri hanno di che aiutarsi gli uni gli altri: uno può prestare le sue gambe allo zoppo, l’altro gli occhi al cieco per guidarlo; un altro ancora può visitare i malati.

– Alla scienza unisci la carità, e la scienza ti sarà utile, non da sola, ma a motivo della carità.

– Il tempo non esiste, è solo una dimensione dell’anima. Il passato non esiste in quanto non è più, il futuro non esiste in quanto deve ancora essere, e il presente è solo un istante inesistente di separazione tra passato e futuro.


– Dammi quello che comandi, comandami quello che vuoi.

– Chi non vorrà servire la carità dovrà per forza servire l’iniquità.

– Per imparare ciò che bisogna nessuna età mi pare troppo tarda.

– La simulazione dell’umiltà è peggiore della superbia.

– La tua vecchiaia sia di un fanciullo, e la tua fanciullezza d’un vecchio; voglio dire, non esser savio con la superbia, non esser umile senza la sapienza.

– Il modo in cui lo spirito è unito al corpo non può essere compreso dall’uomo, e tuttavia in questa unione consiste l’uomo.

– È meglio aver meno bisogni che aver più cose.

– Dio fornisce il vento ma l’uomo deve alzare le vele.

– Ero diventato io stesso per me stesso un gran problema.

Aforismi Sant’Agostino

– Dando te stesso, come potresti temere di perderti? Al contrario, ti perderesti rifiutando di darti.

– La prima via è l’umiltà, la seconda l’umiltà, la terza l’umiltà, e quante volte me lo chiederai, tante volte risponderò la stessa cosa.

– Vivi ogni giorno della tua vita come se fosse l’ultimo.

– Quelli che amiamo, ma che abbiamo perduto, non sono più dove erano, ma sono sempre dovunque noi siamo.

– Grande è il peccato della superbia, ed è l’origine e la causa di tutti i peccati.

– La perfezione dell’uomo consiste proprio nello scoprire le proprie imperfezioni.

– Nulla ha il potere di trascinare tanto in basso lo spirito di un uomo quanto le carezze di una donna e quel rapporto fisico che fa parte del matrimonio.

– Quanto più in alto siamo posti, in tanto maggiore pericolo siamo.

– La vera potenza di Dio consiste non nell’impedire il male, ma nel saper trarre il bene dal male.

– L’amore per la verità aspira al santo ozio della contemplazione; le esigenze della carità ci caricano di lavori necessari. Ma se questo fardello non ci è imposto, dobbiamo usare la nostra libertà di spirito per cercare e contemplare la verità.

– Quanto è lunga l’attesa di un bicchiere d’acqua da parte dell’ammalato che ha sete!

– Supera te stesso e supererai il mondo.

– Il ringraziamento è il primo dei nostri doveri.

– Come uscirai da questa vita, così sarai per sempre in quella vita.

– La pazienza è la compagna della saggezza.

– Coloro che non amano essere vinti dalla verità, vengono vinti dall’errore.

– La buona volontà non riesce ad andare in vacanza.

– Non si perdono mai coloro che amiamo, perché possiamo amarli in Colui che non si può perdere.

– È meglio essere corretti dalla verga del padre piuttosto che morire nella carezza del predone.

– L’amore uccide ciò che siamo stati perché si possa essere ciò che non eravamo.

– Se il marito è il capo, il marito deve vivere meglio e precedere in ogni opera buona sua moglie; in modo che ella imiti il marito e segua il suo capo.

– Qualsiasi evento storico, per quanto nefasto possa essere, è sempre posto su di una via che porta al positivo, ha sempre un significato costruttivo.

– La vita beata è dunque gioire della verità.

– La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per la realtà delle cose; il coraggio per cambiarle.

Frasi Sant’Agostino

– L’uomo genera un uomo, il cane un cane; e Dio non genera Dio?

– La misura dell’amore è amare senza misura.

– Il resto, quello che ti rimane di superfluo, è necessario agli altri.

– E gli uomini se ne vanno a contemplare le vette delle montagne, e i flutti vasti del mare, le ampie correnti dei fiumi, l’immensità dell’oceano, il corso degli astri, e passano accanto a se stessi senza meravigliarsi.

– Il superfluo dei ricchi è necessario ai poveri. Quando si posseggono cose superflue si posseggono cose che appartengono agli altri.

– Insegnami la dolcezza ispirandomi la carità, insegnami la disciplina dandomi la pazienza e insegnami la scienza illuminandomi la mente.

– Da’ ciò che comandi e comanda ciò che vuoi.

– Il mondo è come un libro e chi non viaggia ne conosce una pagina soltanto.

– Le lacrime si vedono, ma non si odono; le lacrime scorrono, non risuonano. Eppure hanno la loro voce.

– Tardi ti ho amato, bellezza tanto antica e tanto nuova, tardi ti ho amato. Ed ecco che tu stavi dentro di me e io ero fuori, e là ti cercavo. E io, brutto, mi avventavo sulle cose belle da te create. Eri con me e io non ero con te.

– Il corpo emigra cambiando luogo, l’anima muovendosi con l’affetto.

– Come l’amore cresce dentro di te, così cresce la bellezza. Perché l’amore è la bellezza dell’anima.

– Un cuore integro è migliore di una testa importante.

– Le lacrime sono il sangue dell’anima.

– Chi afferma di sapere ciò che non sa, è un temerario; chi dice al contrario di non sapere ciò che invece sa, si mostra ingrato.

– Dio può essere meglio immaginato che descritto, e Lui esiste ancor più sicuramente di quanto possa essere immaginato.

– È stato l’orgoglio che ha trasformato gli angeli in diavoli; è l’umiltà che rende gli uomini uguali agli angeli.

– Se vivessimo rettamente tutti i giorni, anche qui avremmo giorni felici.

– Se non è rispettata la giustizia, che cosa sono gli Stati se non delle grandi bande di ladri?

– Nessuno può essere veramente amico dell’uomo se non è innanzi tutto amico della verità: questo amore se non è disinteressato non è assolutamente possibile.

– Sono tempi cattivi, dicono gli uomini. Vivano bene ed i tempi saranno buoni. Noi siamo i tempi.

– Tu, anima sublime e sublime creatura, che partecipi della natura divina, perché cercare al di fuori ciò che è in te, più te stessa di te?

– Ha sempre qualcosa da donare colui il cui petto è pieno di carità.

– Coloro che ci hanno lasciato non sono degli assenti, ma degli invisibili, che tengono i loro occhi pieni di luce fissi nei nostri pieni di lacrime.