Flash fotocamera: a cosa serve, tipi e utilizzi

Come collegare e caratteristiche del flash fotocamera, un apparecchio in grado di emettere lampi di luce per un breve lasso di tempo, illuminando i soggetti da fotografare.

flash fotocamera
flash fotocamera

Collegare flash fotocamera

Questo apparecchio serve per emettere dei lampi di luce per un brevissimo periodo di tempo in sincronia con l’apertura dell’otturatore di una macchina fotografica. I flash attualmente in commercio sono flash elettronici di varia potenza espressa con il termine di “mumero guida”. Essi sono in grado di garantire una ottimale illuminazione in varie situazioni fotografiche con l’ausilio di centraline computerizzate al loro interno. Esistono macchine fotografiche con flash incorporato che rispetto ai flash esterni è in genere limitato in potenza e autonomia.

Flash fotocamera esterni

I flash esterni hanno una alimentazione autonoma rispetto a quelli incorporati che invece sono alimentati dalla stessa batteria della fotocamera. I più diffusi hanno un innesto “a slitta” per fissarli nella parte superiore della macchina fotografica. Si differienziano per la potenza illuminante epressa in numero guida. I più economici in genere con un obiettivo di 50mm arrivano ad illuminare fino a 5 metri con una buona apertura di diaframma.

Utilizzo del flash fotocamera

L’uso più frequente del flash è quello di illuminare un soggetto ripreso in condizioni di luce insufficienti per ottenere una corretta esposizione o per abbreviare il tempo di esposizione eccessivamente lungo che può provocare un effetto di mosso. Ma in certi casi è utile per scattare anche fotografie in piena luce, ad esempio per illuminare un soggetto che si trova in ombra o in controluce.