Come pulire l’oro ossidato

Metodo casalingo per pulire l’oro ossidato che, pur essendo un metallo prezioso, come tutti gli altri metalli tende col tempo a perdere la sua lucentezza naturale con la comparsa, sulla sua superficie, di una patina opaca che ne diminuisce la bellezza. Per fortuna esistono metodi per rinnovare qualunque oggetto in oro.

oro: come si pulisce
oro: come si pulisce

Cosa serve per pulire l’oro

– 1 pentola

– Acqua

– Detersivo per lavare i piatti

– Alcol denaturato

– Cotone

– Panno morbido

– 1 spazzolino da denti

Come fare per lucidare l’oro
Riempire d’acqua la pentola, immergere dentro tutti gli oggetti d’oro da pulire e accendere il fornello sotto di essa.

Quando l’acqua inizia a bollire, spegnere il fuoco e aggiungere qualche goccia di detersivo.

Mantenere gli oggetti immersi per circa una mezz’ora, dopo svuotare la pentola avvalendosi di uno scolapasta e asciugare i preziosi con il panno.

Con un batuffolo di cotone imbevuto d’alcol, passare ad uno ad uno gli oggetti d’oro per lucidarli, aiutandosi con lo spazzolino da denti per lucidare quelli più lavorati.