Carciofini sott’olio fatti in casa

Ricetta per preparare degli ottimi carciofini sott’olio fatti in casa, al gusto di limone con vino e aceto, da conservare in barattolini con alloro e pepe in grani.

carciofini sott'olio: come si fanno
carciofini sott'olio: come si fanno

Ingredienti necessari

– Carciofini piccoli

– Limoni

– Vino bianco secco

– Aceto di vino bianco

– Foglie di alloro

– Pepe in grani

– Olio d’oliva

– Sale

Come si preparano i carciofini sott’olio fatti in casa

I carciofi piccoli sono gli ultimi fiori che sbocciano sulla pianta quando è finita la produzione di quelli più grossi.

Iniziare pulendo i carcifini, sfogliando la parte esterna e mozzando gambi e punte con spine.

Buttarli, non occorre lavarli prima, in un contenitore pieno d’acqua con del succo di limone in proporzione, in genere un mezzo bicchiere ogni litro, come quantitativo basta quel tanto che serve per ricoprirli.

Prendere una pentola di acciaio da riempire con aceto e vino nella stessa misura, quanto basta per sommergere i carciofini da buttarci, aggiungere un pizzico di sale, mezzo limone spremuto, qualche foglia di alloro e grano di pepe.

Dopo avere portato ad ebollizione, immergere i carciofini, dopo averli ben scolati dal limone, lasciarli sul fuoco per alcuni minuti e dopo tirarli su, ancora al dente, con una schiumarola.

Disporli su una gratella di paglia e ricoprirli con uno strofinaccio da cucina.

Appena saranno freddati, iniziare a disporli nei barattoli, aggiungendo in ognuno un po’ di alloro e pepe. Fatto questo versare dentro l’olio d’oliva fino a ricoprire interamente i carciofini.

La preparazione termina lasciando trascorrere ulteriori dieci giorni, durante i quali si dovrà aggiungere altro olio d’oliva con cadenza giornaliera, mano a mano che esso viene assorbito all’interno dei carciofi.

Per garantire la corretta conservazione i vasetti devono rimanere chiusi ermeticamente.