5 novembre: santo del giorno

Il Santo del giorno 5 novembre è San Guido Maria Conforti, quale onomastico si festeggia e altri santi che si celebrano in questa data.

San Guido Maria Conforti

San Guido Maria Conforti

Nato a Casalora di Ravadese il 30 maggio 1865, Guido Maria Conforti era l’ottavo dei dieci figli dell’agricoltore Rinaldo e della signora Antonia Adorni.

Essendo di famiglia agiata, potè completare il suo percorso di studi a Parma, frequentando inizialmente una scuola primaria cattolica, poi proseguendo la sua istruzione presso il Seminario Diocesano retto da Don Andrea Carlo Ferrari.

Durante gli anni passati in seminario, Guido Maria Conforti iniziò a leggere una biografia di San Francesco Saverio, il missionario gesuita annunciatore del messaggio di Cristo in tutta l’Asia fino a Sancian, alle porte della Cina, dove morì nel 1552.

Guido Maria, rimasto affascinato dalla figura di Francesco Saverio, avvertì in sè la vocazione di continuarne l’opera rimasta incompiuta e iniziò a desiderare di diventare missionario.

Nonostante fosse debole di salute fragile, Guido Maria Conforti venne ordinato sacerdote nel santuario di Fontanellato, in provincia di Parma, il 22 settembre 1888.

Il 3 dicembre 1895 fondò l’Istituto emiliano per le missioni estere, dedicato alla formazione del clero missionario e ufficialmente approvato dal vescovo il 3 dicembre 1898 col nome di Congregazione di San Francesco Saverio per le missioni estere.

Alla questa nuova congregazione venne affidata in particolare l’evangelizzazione della Cina.

Il 9 giugno 1902 Papa Leone XIII lo nominò arcivescovo di Ravenna e il Conforti ricevette l’ordine episcopale il 12 luglio successivo.

Purtroppo la sua salute precaria si aggravò di giorno in giorno e, dopo soli due anni, dovette rinunciare all’incarico di arcivescovo di Ravenna.

Fece ritorno a Parma presso il suo Istituto missionario, dove potè seguire la formazione dei giovani aspiranti missionari.

Poco dopo San Pio X lo nominò aiutante del vescovo di Parma, diocesi che sarà chiamato a guidare nel 1907 per quasi 25 anni succedendo nella carica episcopale al suo predecessore.

Essendo il suo principale impegno pastorale quello di annunciare la parola di Dio tra la popolazione, compì per cinque volte la visita pastorale, aprì due sinodi diocesani e istituì l’Azione Cattolica.

Si prese a cuore in modo particolare la cultura e la santità del clero, la formazione dei laici, le associazioni religiose, la stampa cattolica, le missioni al popolo, i Congressi eucaristici, mariani e missionari.

Il 12 aprile 1912 ordinò vescovo Luigi Calza, il primo saveriano chiamato al ministero episcopale in Cina, presso la diocesi di Cheng-Chow.

Nel 1928 Guido Maria Conforti andò a visitare le missioni saveriane che si trovavano nella regione cinese dell’Honan occidentale.

Tornato a Parma riprese l’attività pastorale ma, essendosi nel frattempo aggravata la sua salute, il 5 novembre 1931 morì, dopo avere ricevuto l’Unzione degli infermi.

San Giovanni Paolo II lo beatificò il 17 marzo 1996, mentre il 23 ottobre 2011 venne dichiarato santo da Papa Benedetto XVI.

Guido Maria Conforti fu anche un apprezzato compositore di musica sacra, di cui sono famosi i canti “Io credo risorgerò”, “Mira il tuo popolo o bella Signora” e altri inni dedicati alla Madonna, adatti per organo e coro.

Altri santi e celebrazioni del 5 novembre

  • Beato Bernardo Lichtenberg
  • Sacerdote e martire

  • Santa Bertilla
  • Badessa di Chelles

  • Santa Comasia
  • Vergine e martire

  • San Domenico Mau
  • Martire

  • San Donnino
  • Martire a Cesarea di Palestina

  • San Fibizio (Fibicio) di Treviri
  • Vescovo

  • San Geraldo di Beziers
  • Vescovo

  • Beato Giovanni Antonio Burro Mas
  • Religioso e martire

  • Beato Gomidas Kaumurdjian (Keumurgian)
  • Sacerdote e martire

  • Beato Gregorio (Hryhorij) Lakota
  • Vescovo e martire

  • San Guetnoco
  • Abate

  • Beata Maria Carmela Viel Ferrando
  • Vergine e martire

  • Santi Teotimo, Filoteo, Timoteo e Aussenzio
  • Martiri