18 ottobre: santo del giorno

Il Santo del giorno 18 ottobre è San Luca Evangelista, quale onomastico si festeggia e altri santi che si celebrano in questa data.

San Luca, evangelista

San Luca Evangelista

Il terzo evangelista non fu ebreo, né di razza né di religione.

Dopo Matteo, ebreo e che per gli Ebrei scrisse, dopo Marco, nato a Gerusalemme e che scrisse soprattutto per i Gentili, Greci e Romani, il terzo evangelista, San Luca, fu greco di origine e pagano di religione.

Originario di Antiochia, in Siria, era un uomo colto, dalle inclinazioni artistiche e gusto letterario, che esercitava la professione di medico.

Al momento della sua conversione, Gesù non viveva più sulla terra, per questo non lo conobbe e non udì mai la sua voce.

Divenne affettuoso compagno dei discepoli e delle pie donne, amico soprattutto di Paolo.

E quando volle narrare per la terza volta, dopo Matteo e Marco, la vita di Gesù, che egli non aveva conosciuto, il medico di Antiochia ricordò i racconti dei discepoli e le narrazioni delle donne, raccolse tracce e testimonianze, analizzò documenti e ricercò tradizioni.

Poi, verso l’anno 62, trascrisse il risultato dell’appassionato lavoro nel suo bel greco preciso e poetico.

Sotto la sua penna, la Buona Novella era un annuncio consolante, un messaggio di salvezza e di universale concordia.

La Redenzione non era più un fatto nazionale o razziale, veniva esaltata nel suo valore universale, in un’unione di popoli non ideale, ma già in atto.

Ne era prova lo stesso San Luca, greco di nascita e pagano convertito.

Fu soprattutto l’Evangelista dell’infanzia di Gesù e il biografo della Madonna.

Il suo Vangelo, ordinato con rigorosa cronologia, degna di uno scienziato, composto con armonia ed eleganza, degne di un artista, ha inizio infatti con l’annunciazione e la concezione, non di Gesù, ma, sei mesi prima, di Giovanni, il Precursore e futuro Battista.

All’Evangelo dette un seguito con gli Atti degli Apostoli, che formano la luminosa cronaca dei primi anni della Chiesa, dopo l’Ascensione e la Pentecoste.

Ma non evangelizzò soltanto con la penna, infatti fu compagno di Paolo in vari viaggi e con lui fu a Roma, dove però non si trattenne.

Morì Martire, ma non si sa di preciso nè dove né come, alcuni dissero nella Tebaide, altri in Acaia, in Bitinia o genericamente in Oriente.

Altri santi e celebrazioni del 18 ottobre

  • Sant’Amabile di Rium
  • Sant’Asclepiade
  • Vescovo

  • Sant’Isacco Jogues
  • Sacerdote e martire

  • San Monone
  • Eremita

  • San Pietro d’Alcantara
  • Santi Procolo, Eutiche e Acuzio
  • Martiri di Pozzuoli