18 febbraio: santo del giorno, onomastico di oggi Santa Geltrude Comensoli

Il Santo del giorno 18 febbraio è Santa Geltrude Comensoli, quale onomastico si festeggia e altri santi che si celebrano in questa data.

Santa Geltrude Comensoli
Santa Geltrude Comensoli

Il diciotto febbraio si festeggia Santa Geltrude Comensoli

Nata a Bienno, in Val Camonica, il 18 gennaio 1847 e morta a Bergamo il 18 febbraio 1903, Geltrude Comensoli, al secolo Caterina, aveva dieci fratelli di cui sopravvissero solo Bartolomea, Cristina e Caterina.

Il padre Carlo era forgiatore di ferro presso le industrie del settore locali, la madre Anna Maria Milesi faceva invece la sarta.

Ricevuta la Prima Comunione a sei anni, nel 1867 fece il suo ingresso nella Compagnia di Sant’Angela Merici.

Il 15 dicembre 1882 fondò, insieme a Francesco Spinelli, la congregazione delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento, da cui ebbe origine anche quello delle Suore Sacramentine, assumendo il nome di Suor Geltrude.

Il 1 novembre 1894 avviò una casa di suore a Castelnuovo Bocca d’Adda e a Lavagna in provincia di Lodi.

Il 18 febbraio 1903 morì e venne proclamata beata dal pontefice Giovanni Paolo II il 1 ottobre 1989.

Il 26 febbraio 2009 fu resa Santa da Papa Benedetto XVI con una solenne cerimonia svoltasi il 26 aprile 2009.

Determinante per la canonizzazione della beata Geltrude Comensoli fu la miracolosa la guarigione di Vasco Ricchini avvenuta nel 2001, un bambino affetto da una grave forma di meningite.

Vasco, che abitava a Agnosine in provincia di Brescia, la sera del 29 settembre 2001, quando aveva solo quattro anni, iniziò ad avere i sintomi di una preoccupante sindrome meningea.

Avendo perso i sensi, venne portato in nottata al pronto soccorso e ricoverato nel reparto di rianimazione, dove venne intubato e sottoposto a ventilazione meccanica.

Il 2 ottobre ebbe anche una sindrome da insufficienza multiorgano con polisierosite e imminente pericolo di vita, anche a causa del tronco encefalico compromesso.

La comunità di Agnosine, su iniziativa delle Suore Sacramentine che guidavano la scuola frequentata da Vasco, si mobilitò, dando inizio a incessanti preghiere personali e di gruppo, con l’avvio il 3 ottobre di una novena dedicata alla beata Geltrude, la cui immagine con le reliquie, insieme quella di Padre Pio, venne depositata sotto la testa del bambino.

Nella notte fra il 3 e il 4 ottobre ci fu un netto miglioramento delle condizioni di Vasco, infatti il bimbo aprì gli occhi e il 5 ottobre fu estubato.

L’11 ottobre uscì dalla terapia intensiva e il 17 ottobre 2001 fu dimesso senza portare nessuna conseguenza.

Questo caso, dopo il processo diocesano, venne passato al vaglio della Congregazione per le Cause dei Santi che promulgò il decreto sul miracolo, riconoscendo che si trattava di una guarigione non spiegabile secondo la scienza, avvenuta rapidamente e in maniera completa e duratura.

Altri santi e celebrazioni del 18 febbraio

  • Sant’Angilberto di Centula
  • Abate di Saint-Riquier

  • Santa Costanza di Vercelli
  • Sant’ Elladio di Toledo
  • Vescovo

  • San Francesco Regis Clet
  • Martire in Cina

  • Beato Giorgio (Jerzy) Kaszyra
  • Sacerdote e martire

  • Beato Giovanni da Fiesole (detto Beato Angelico o Fra Angelico)
  • Domenicano

  • Beato Giovanni Pibush
  • Sacerdote e martire

  • Santi Giovanni Pietro Neel, Martino Wu Xuesheng, Giovanni Zhang Tianshen e Giovanni Chen Xianheng
  • Martiri

  • Beato Guglielmo Harrington
  • Martire

  • Santi Massimo, Claudio, Prepedigna, Alessandro e Cuzia
  • Martiri di Ostia

  • Santi Sadoth e centoventotto compagni
  • Martiri

  • San Tarasio
  • Patriarca di Costantinopoli

  • San Teotonio
  • Sacerdote

Dritte del giorno