Monte Forato: escursione percorso trekking nelle Apuane

Racconto escursione al monte Forato percorrendo il sentiero che parte da Fornovolasco, tempi di percorrenza e cosa si vede.

Monte Forato

Sentiero Fornovolasco Monte Forato

In una bella giornata di settembre decidiamo di effettuare la gita al Monte Forato, facente sempre parte della catena delle Alpi Apuane.

Consapevoli del forte dislivello da superare che ci attende, prendiamo i nostri zaini e partiamo in auto per Fornovolasco, grazioso paesino situato tra le rocce vicino alla famosa Grotta del Vento.

Percorriamo circa km 45 da Lucca in direzione Gallicano dove proseguiamo qualche altro chilometro per una strada molto stretta, in certi punti scavata nella roccia, prima di giungere alla meta.

Parcheggiamo la nostra automobile nella piazza principale del paesino che funge anche da parcheggio e, calzati gli scarponi, prendiamo gli zaini e ci mettiamo in marcia, partendo da quota m 480.

I cartelli dei sentieri posti all’inizio, danno 2 ore come tempo di percorrenza, ma spinti dalla nostra passione di camminatori, speriamo di metterci anche meno.

Scegliamo il sentiero più ripido ma diretto, il n° 12 che, molto ben tenuto, ci fa salire rapidamente, attraversando prima boschi di faggi e poi arrivando ad un metato a m 933.

Da lì proseguiamo e il paesaggio diventa sempre più bello.

Giungiamo alla cima del Forato (m 1223) dopo 1 ora e 45 minuti ci cammino.

Ammiriamo il caratteristico arco naturale formato per erosione naturale della roccia dovuta al vento e alle pioggie.

Dalla parte opposta vediamo chiaramente il versante versiliese, con in primo piano i paesini di Cardoso, Pruno e Volegno.

Saliamo qualche altro metro più in alto alla nostra destra fino ad una croce, da dove si possono ammirare le cime intorno tra cui la Pania della Croce, m 1859, Uomo morto, Pania secca, Procinto, Matanna, Nona, Altissimo e altre minori, con una bella vista fino al mare.

Veramente una bella cima quella del Monte Forato (m. 1223) che, pur essendo tra le più basse rispetto a quelle che le stanno intorno, offre una visuale veramente unica.

In un ora e un quarto torniamo a Fornovolasco e da qui, rimontati in macchina, scendiamo verso valle, ma prima di rientrare decidiamo di fare una breve sosta al caratteristico Eremo di Calomini, un antico convento di frati scavato nella roccia.