Santuario Nostra Signora della Guardia (Genova)

Cosa vedere al Santuario Nostra Signora della Guardia, frequentato luogo di culto della Liguria, origine storiche e Festa della Madonna della Guardia in Agosto.

Santuario Madonna della Guardia (Genova)
Santuario Madonna della Guardia (Genova)

Turismo Madonna della Guardia

Sulla sommità del monte Figogna, nei dintorni di Genova a circa 800 metri di altitudine, sorge il Santuario Nostra Signora della Guardia, dalla cui terrazza è possibile ammirare un panorama unico.

La storia di questo Santuario inizia nel 1490,  quando la Madonna apparve a un contadino di Livellato in Valpolcevera, mentre faceva pascolare il suo gregge sulla cima del monte Figogna.

Durante l’apparizione la Vergine Maria chiese al contadino di nome Benedetto Pareto, di costruire in cima al monte una cappella, ma Benedetto preso dallo scoraggiamento non riuscì a realizzare quanto richiesto dalla Vergine Maria.

Solo in seguito, quando Maria gli apparve di nuovo e lo guarì dopo una caduta da un albero che lo aveva ridotto in fin di vita, costruì la cappella,  incoraggiato anche dalla moglie che inizialmente lo aveva ostacolato.

Il monte Figogna fin dall’antichità costituiva un punto cruciale di osservazione in caso di pericolo proveniente dal mare o da terra, da questo deriva il nome Madonna della Guardia.

Divenuto in brevissimo tempo un luogo molto frequentato, con tante persone che raggiungevano la vetta a piedi nonostante gli otto chilometri di salita, si rese necessaria la costruzione di una chiesa abbastanza capiente, che fosse in grado di accogliere i pellegrini.

Nel 1890 iniziarono i lavori di costruzione di una basilica più grande, ma quando l’edificio era quasi completato ci si rese conto che la posizione era sbagliata, per questo venne preferito il terreno sulla cima del monte.

Una volta spianata parzialmente la sommità del monte, fu demolita la foresteria esistente e abbattuto quanto era stato già edificato della nuova chiesa.

Con il grande impegno del popolo e dell’Arcivescovo Salvatore Magnasco, l’opera fu portata finalmente a termine.

L’attuale Santuario venne inaugurato il 26 maggio 1890.

La Basilica ha una pianta a croce latina con tre navate, al centro, dietro l’altare e all’interno di un prezioso tempietto, si trova la statua della Madonna della Guardia, capolavoro ligneo realizzato da Antonio Giuseppe Canepa nel 1894.

In sacrestia l’antico altare della prima chiesa, mostra il bassorilievo dove è rappresentata per la prima volta la scena dell’apparizione con la Madonna e Benedetto Pareto, risalente alla prima metà del cinquecento.

In una sala, il cui ingresso è nella navata sinistra della chiesa, sono conservati gli innumerevoli ex voto per grazia ricevuta, che nel corso dei secoli sono stati portati alla Madonna della Guardia.

Per raggiungere il Santuario, nel 1929 venne inaugurata la Guidovia, che restò in funzione fino al 1964, quando fu rimpiazzata dalla nuova strada asfaltata, che da Bolzaneto raggiunge il Santuario in meno di quindici minuti.

Sotto la Cappella dell’Apparizione sono presenti ampi parcheggi.

In occasione della festa della Madonna della Guardia, che si celebra il 29 agosto di ogni anno, si tengono celebrazioni solenni, tra cui la processione dalla Cappella dell’Apparizione fino al Santuario.

Il Santuario della Madonna della Guardia fu visitato da Giovanni Paolo II nel 1990, in occasione del cinquecentenario.

Nel 2008 Papa Benedetto XVI si recò in visita al Santuario e donò la Rosa d’oro che oggi possiamo ammirare ai piedi della Vergine, nel 2017 anche Papa Francesco visitò questo luogo di culto.