Parigi in 3 giorni: cosa vedere nella capitale della Francia

Cosa vedere a Parigi in 3 giorni, cosa fare, attrazioni ed elenco dei monumenti simbolo da visitare nella capitale francese, un itinerario su misura senza perdite di tempo.

giardini del lussemburgo parigi
giardini del lussemburgo parigi

Guida turistica Parigi

Visitare Parigi nella consapevolezza che si sta andando alla scoperta di una delle città più belle del mondo, passeggiando lungo le rive della Senna da cui ammirare la vista della Torre Eiffel, visitando il museo del Louvre e la cattedrale di Notre Dame o sostando sotto l’Arco di Trionfo per osservare il lungo viale alberato degli Champs Elysees che conduce diritto fino a Piazza della Concordia.

Provare a perdersi per un ora tra i vicoli di Montmartre, scuriosare tra le mostre di arte contemporanea presso il moderno Centro Pompidou o visitare i mercatini di antiquariato.

A Parigi si mangia molto bene, i fermenti culturali sono sempre pronti a sorprendere chiunque, Parigi è una città dove ci si sente a casa, elegante, dalle mille luci, una città da amare dove tornare periodicamente.

Cattedrale di Notre Dame
La costruzione di questo possente edificio fu iniziata nel 1163 dall’architetto Maurice de Sully e completata nel 1345. Notre Dame de Paris, situata nella parte orientale dell’Ile de la Cité costituisce una delle costruzioni gotiche più note a livello mondiale. Chiesa a pianta rettangolare, possiede un interno a cinque navate, caratterizzato dalla presenza di molte cappelle disposte lungo i lati.

Arco di Trionfo
Commissionato da Napoleone per commemorare la vittoria dell’esercito francese, l’Arco di Trionfo è stato un simbolo di Parigi fin dal suo completamento nel 1836. Nella parte interna delle pareti che lo compongono, sono incisi i nomi di 558 generali francesi mentre, sotto di esso, si trova la tomba del Milite Ignoto, dove arde permanentemente una fiaccola. I visitatori possono salire fino 50 m di altezza, per avere una vista mozzafiato della città comprensiva del Louvre e degli Champs-Elysées, oppure visitare il museo interno, che ripercorre la storia della costruzione dell’arco, comprendente alcune fotografie raffiguranti scene della terrificante occupazione nazista.

Basilica del Sacro Cuore
Una lunga e larga serie di gradini conduce alla Basilica del Sacro Cuore, posta nel punto più alto di Parigi, facilmente distinguibile da lontano per la sua inconfondibile cupola bianca, un edificio di culto che domina il quartiere artistico sulla collina di Montmartre. Questa chiesa di culto cattolico dove sono riuniti vari stili, fu costruita tra il 1870 e il 1919 per per adempiere ad un voto fatto durante la guerra franco-prussiana. Nello splendido interno, con pianta a croce greca, coperta da quattro cupole di varie altezze e diametri, si trovano pregiati mosaici neo-bizantini, dalla cupola si gode di una vista spettacolare su Parigi, mentre nella cripta è conservata un’interessante collezione di reliquie religiose. Fuori dalla chiesa si snoda, lungo la collina, un parco con abbondanza di panchine dove sostare a riposarsi.

Museo del Louvre
Costruito come una fortezza nel Medioevo e ricostruito intorno alla metà del XVI secolo come palazzo reale, divenne museo a partire dal 1793. Nel Louvre si trovano alcune delle opere più famose nel mondo dell’arte, tra cui la Gioconda e la Venere di Milo. Il resto della collezione permanente comprende arte greca, etrusca e romana, antichità egizie ed orientali, sculture, oggetti d’arte, stampe e disegni. L’ingresso al museo si trova presso la maggiore delle tre piramidi di vetro che dominano il cortile esterno.

Torre Eiffel
Progettata da Gustave Eiffel e costruita in pochi anni, per essere pronta in occasione dell’esposizione universale del 1889, evento organizzato per festeggiare il primo centenario della rivoluzione francese, la Torre Eiffel, domina, con i suoi 304 metri di altezza, su Campo di Marte, giardino pubblico di parigi situato sulla riva sinistra della Senna. Salendo su di essa si può godere di una visione di Parigi a 360 gradi, da sotto alzando lo sguardo si può invece ammirarne la tecnica costruttiva con migliaia di bulloni che tengono insieme la grandiosa struttura in ferro. Per salire è possibile prendere gli ascensori oppure fare le scale, arrivati ai piani superiori si può approfittare del servizio di ottimi ristoranti per una pausa rilassante. Questo monumento è considerato uno dei principali simboli di Parigi.

Museo Picasso
Ospitato in uno splendido palazzo del XVII secolo, questo museo raccoglie la maggiore parte delle opere di Pablo Picasso, pittore di origine spagnola, nato a Malaga nel 1881 e morto in Francia, presso a Mougins, nel 1973. La collezione qui conservata, una delle maggiori a livello mondiale, comprende schizzi preparatori e dipinti che coprono periodo blu, periodo rosa, cubismo, classicismo e surrealismo, inoltre sculture che vanno da un enorme testa di gesso a un piccolo gatto.

Centro Pompidou
Progettato da Piano e Rogers, quando fu costruito nel 1977 il centro Pompidou fu molto criticato, oggi rientra tra le principali attrazioni dell’assetto urbanistico parigino. Progettato secondo l’idea di un edificio rovesciato fatto di tubi, scale e raccordi di vari colori, è stato ampliato recentemente per far fronte all’enorme numero turisti che vengono a visitare la collezione, in continua espansione, di arte contemporanea.

Cimitero di Père Lachaise
Ad alcuni potrebbe sembrare una strana attrazione, ma visitare questo cimitero è un esperienza affascinante, si tratta infatti del luogo dove sono stati sepolti personaggi famosi del calibro di Molière, Edith Piaf, Oscar Wilde, Chopin, Pissarro e Jim Morrison. Il Campo Santo prende nome dal sacerdote gesuita Père François de la Chaise, confessore di Luigi XIV.

Giardini del Lussemburgo
Questi giardini sono i più famosi di parigi, furono realizzati in stile misto, francese e inglese, per la vedova di Enrico IV, Marie de Médicis, insieme al Palazzo del Lussemburgo, che attualmente ospita il senato francese. Rappresentano un luogo tranquillo per passeggiare, fare una partita a tennis o a bocce, giocare a scacchi o abbandonarsi in appassionanti letture di qualche sensuale lettura di autori classici francesi.

Museo d’Orsay
Questo museo ospita collezioni che riassumono nel migliore dei modi l’arte impressionista francese dal 1848 al 1914. Da quando è stato aperto nel 1986 ha attirato turisti da tutto il mondo che sono venuti a vedere la celebre Colazione sull’erba di Manet, tele di Monet della Cattedrale di Rouen, scene di danza di Degas, opere di Cézanne, Van Gogh, Renoir e Toulouse-Lautrec.

Moulin Rouge
Situato nel famoso quartiere a luci rosse di Pigalle, nei pressi di Montmartre, il Moulin Rouge è uno dei più famosi locali notturni di Parigi, dove si svolgono balletti e spettacoli.

Grande Moschea
Costruita tra il 1922 e il 1926, questa affascinante moschea in stile moresco spagnolo, serve come introduzione alla comunità musulmana parigina. Anche se la sala di preghiera rimane chiusa al pubblico non musulmano, chiunque può accedere al bagno turco per immergersi in locali con vasche separate per i due sessi. Molto bello il cortile con mosaico completo di alberi di fico e una fontana nel centro, un ambiente ideale per gustare tè alla menta dolce servito in piccoli bicchieri dorati.

La Défense
Complesso ultramoderno composto da grattacieli, centri commerciali e uffici situato nella parte ovest di parigi a qualche km dal centro. Notevole la vista dell’arco di Trionfo da quello moderno di questo quartiere, i due archi sono perfettamente allineati.

Mappa del sito