Foligno: cosa vedere, Palazzo Trinci, Cattedrale San Feliciano

Cosa vedere a Foligno, itinerario di un giorno comprendente i principali monumenti e luoghi di interesse, tra cui Cattedrale di San Feliciano, Pinacoteca Comunale, Chiesa di San Salvatore e Museo di Palazzo Trinci.

Chiesa di San Salvatore - Foligno
Chiesa di San Salvatore - Foligno

Turismo Foligno

Posizionata in pianura al centro della valle Umbra e a sinistra del fiume Topino, Foligno fu abitata anticamente dal popolo degli Umbri, poi in epoca romana divenne importante municipio posto lungo la via Flaminia.

Nel medioevo faceva parte del ducato di Spoleto, successivamente fu libero comune nel dodicesimo secolo, prima di diventare un possedimento pontificio.

In Piazza della Repubblica, che costituisce il centro cittadino, si affacciano la facciata secondaria del Duomo, il Palazzo Trinci e il Palazzo Comunale, di origine duecentesca.

Il Duomo, costruito nel 1133 in stile romanico, venne in seguito modificato più volte.

Nell’interno a navata unica della Cattedrale di San Feliciano, si trova la Cappella del Sacramento, realizzata da Antonio da Sangallo il Giovane nel 1527.

Nella grande cripta romanica sono conservati stemmi, iscrizioni e sculture.

La Pinacoteca Comunale è ospitata nel Palazzo Trinci, costruito tra il quattordicesimo e il quindicesimo secolo, dove sono presenti, in alcune sale, affreschi antichi, tra cui alcuni strappati da muro, oltre a varie tavole e tele del quattrocento, opere di artisti di scuola locale.

Nell’adiacente museo archeologico si possono vedere notevoli sculture romane, oltre a iscrizioni e sarcofagi.

La chiesa di Santa Maria Infraportas, che presenta un’interessante facciata, è preceduta da un portico su colonne, con a lato un imponente campanile.

L’interno a tre navate è decorato con affreschi votivi del quindicesimo e sedicesimo secolo.

Nella Cappella dell’Assunta del dodicesimo secolo si possono ammirare notevoli affreschi bizantini, oltre a una Madonna col Bambino realizzata in legno nel dodicesimo secolo.

Nella stessa piazza si trova anche l’ex Chiesa di San Domenico, caratterizzata all’esterno da un bel portale gotico e un alto campanile, mentre all’interno sono conservati alcuni affreschi degni di nota.

La trecentesca Chiesa di San Nicolò, pesantemente rimaneggiata nel corso dei secoli, custodisce al suo interno interessanti polittici raffiguranti Natività, Resurrezione e Santi, oltre all’Incoronazione di Maria, opera di Alunno.

La Chiesa di San Salvatore, in passato chiesa benedettina, presenta una notevole facciata del quattordicesimo secolo in stile gotico, caratterizzata da fasce di pietra bianca e rossa con portico centrale e campanile a lato.

L’oratorio rinascimentale della Nunziatella, costruito nel 1494, ha un pregevole interno dove, presso l’altare destro, si trovano due affreschi del Perugino, raffiguranti il Padre Eterno e il Battesimo di Gesù.

Nei dintorni di Foligno, a circa 6 km, si trova l’Abbazia di Sassovivo, costruita nell’undicesimo secolo dai Benedettini.

Del complesso originario è rimasto solo il chiostro del 1229, caratterizzato da 128 colonnine binate.

Mappa del sito