Sutri: cosa vedere, parco archeologico

Cosa vedere a Sutri, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi da visitare nell’antico borgo di origine etrusca, tra cui Duomo e parco archeologico con necropoli.

Duomo di Sutri
Duomo di Sutri

Turismo Sutri

Situato nel Lazio in provincia di Viterbo, lungo la via Cassia, Sutri è una città di origine etrusca, passata in seguito prima sotto la dominazione romana, poi in epoca medievale sotto quella pontificia, a seguito della donazione di Liutprando.

All’interno delle mura medievali si trova il Duomo, rimaneggiato a più riprese in epoca settecentesca e ottocentesca e dotato di un campanile del 1207.

All’interno del Duomo sono conservate notevoli opere d’arte, tra cui una tavola di scuola romana del tredicesimo secolo, una statua in legno di Santa Dolcissima, realizzata da un allievo del Bernini, oltre al meraviglioso pavimento a mosaico che caratterizza la navata centrale.

A circa un chilometro dal centro si trova il Parco archeologico, che raccoglie 64 tombe romane di vario tipo ma scavate tutte interamente nella pietra tufacea, l’anfiteatro e il piccolo recinto dedicato alla Madonna del Parto, costruito sopra un’antica tomba etrusca risalente al primo periodo cristiano.

Tale recinto è composto da un vano rettangolare diviso in tre navate tramite pilastri di tufo, al cui interno sono presenti affreschi raffiguranti leggende collegate al Santuario di San Michele nel Gargano.