Saludecio: cosa vedere, Museo Garibaldi, Castello

Cosa vedere a Saludecio, itinerario per visitare il borgo, comprendente le principali attrattive, tra cui Chiesa di San Biagio, Museo Garibaldi, Palazzo Albini, Palazzo Municipale e Castello di Cerreto.

Chiesa di San Biagio - Saludecio
Chiesa di San Biagio - Saludecio

Turismo Saludecio

Situato in provincia di Rimini e adagiato sulle colline della Valconca, a poca distanza dal confine con le Marche, Saludecio dista 15 km da Cattolica, 20 da Riccione e 30 da Rimini.

Nel periodo compreso tra i secoli quattordicesimo e quindicesimo, il borgo di Saludecio fu a lungo oggetto di contesa tra i Malatesta e i Montefeltro, in seguito passò sotto il dominio dei Veneziani.

Nel 1517 prese le redini del potere Francesco Maria della Rovere a cui succedette lo stato Pontificio a partire dal 1524.

Tra i luoghi da visitare rientra il centro storico, a cui si accede passando attraverso l’antica porta Marina, orientata verso il mare, trovandosi subito a contatto con gli eleganti elementi architettonici della piazza, delle vie, dei vicoli, dei palazzi e delle chiese.

La chiesa di San Biagio, ricostruita tra il 1794 ed il 1800, è decorata con stucchi di Antonio Trentanove e dipinti di Guido Cagnacci, del Centino, tele del Ridolfí e di Bernardino e Vitale Guerrini.

Nel Museo Garibaldi sono conservati oggetti e testimonianze relative all’eroe dei due mondi.

Il Palazzo municipale, che sorse sulle rovine dell’antica rocca, è un edificio interessante, dal punto di vista architettonico, per il colonnato presente all’esterno.

Il Museo di Saludecio e del Beato Amato è un museo dedicato alla storia locale, con testimonianze di arte sacra legate soprattutto al Sant’Amato Ronconi.

Da non perdere il Palazzo Albini del 1800, con la Torre Civica del 1300, il cortile e il pozzo cinquecentesco.

La Torre Civica costituisce l’opera più significativa del periodo medievale, sulla sua facciata fa bella mostra di sè lo stemma del paese.

Porta Montanara, che è la seconda entrata della città, situata in posizione diametralmente opposta rispetto alla Porta Marina, si apre verso il versante appenninico.

Largo Santiago de Compostela e Oratorio dell’Ospedale di sant’Amato, sono luoghi legati alla figura di Sant’Amato Ronconi.

Nella parte più alta del paese sono situati il Convento con l’adiacente Chiesa dei Gerolomini, entrambi risalenti al diciassettesimo secolo, e il Giardino dei Profumi.

Il Castello di Cerreto, che rappresenta uno dei borghi rurali meglio conservati della provincia di Rimini, conserva ancora tracce evidenti di quelle che erano le strutture fortificate nel medioevo.

Posto a pochi chilometri dal centro di Saludecio, il castello è circondato da un paesaggio naturale di tipo rurale, inoltre è celebre per il carnevale dei pagliacci, che sono delle maschere artistiche molto antiche.