Reggio Calabria: cosa vedere, lungomare, centro storico, Isole Eolie

Cosa vedere a Reggio Calabria, itinerario comprendente il centro storico con il duomo, il Castello Aragonese e il Museo nazionale, oltre al bellissimo lungomare, dove ammirare le rovine delle terme romane.

Reggio Calabria: lungomare

Turismo Reggio Calabria

Situata ai piedi dell’Aspromonte, sulla punta dello “stivale” italiano e in posizione invidiabile al centro del Mediterraneo, Reggio Calabria costituisce un suggestivo punto di osservazione delle coste siciliane, del vulcano Etna e delle Isole Eolie.

Nonostante che nel corso dei secoli la città sia stata interessata da molteplici eventi distruttivi, sono stati conservati vari monumenti degni di nota e antichi resti in grado di fornire una testimonianza credibile circa le sue antiche origini e la sua ricca storia.

Muovendosi nel centro storico, è possibile notare la presenza di interessanti edifici in stile liberty e neogotico, dovuti in gran parte alle ricostruzioni portate a termine nel corso del 1900.

Il Duomo di Reggio Calabria, che rappresenta il maggior luogo di culto, per dimensione, della regione, conserva al suo interno la bellissima cappella del Santissimo Sacramento, ottimo esempio di stile barocco tipico della Calabria.

La costruzione del Castello Aragonese, risale a periodo antecedente al 549, nel 1459, su volere di Ferdinando d’Aragona, furono aggiunte due torri cilindriche merlate all’antico corpo di fabbrica.

Sul lungomare sono visibili i resti di uno tra gli otto impianti che costituivano le terme durante il periodo romano.

Il Museo Nazionale della Magna Grecia vanta la presenza dei celebri Bronzi di Riace, risalenti alla metà del V secolo a.C.

Inoltre Reggio Calabria, grazie al bel Lungomare, al centro storico e al territorio in cui è inserita, è diventata una rinomata meta turistica, grazie anche alla possibilità di raggiungere le Isole Eolie utilizzando il comodo servizio di traghetti.