Ciociaria: cosa vedere nella storica regione del Lazio

Cosa vedere nella Ciociaria, attrazioni e luoghi da visitare in questa ampia area del Lazio Meridionale, la cui estensione è interpretata in vari modi.

Frosinone - Ciociaria
Frosinone - Ciociaria

Turismo Ciociaria

Per spiegare dove si trova la Ciociaria si deve partire dal presupposto che non si identifica con una regione geografica ben definita, la sua estensione è interpretata in vari modi.

Per darne un’idea, possiamo dire che inizia a sud-est di Roma, oltre i Colli Albani, per giungere fino al Liri-Garigliano, un fiume che in passato ha segnato per molto tempo il confine tra Stato pontificio e Regno di Napoli.

La città principale è Frosinone che, insieme ai comuni di Anagni, Guarcino, Sora e Alatri, costituisce il fulcro di questa area, che prende il nome da un tipo di calzatura, chiamata la ciocia, un tempo usata da contadini e pastori, considerata una derivazione delle calzature dei legionarî romani, costituita da una suola di cuoio, con la punta rialzata davanti, e da una pezza di panno, sorretta da stringhe e legata intorno alle gambe, come quella degli zampognari che oggi vediamo alle manifestazioni folcloristiche.

La Ciociaria è stata la terra delle popolazioni ausoniche, erniche, volsche e sannite, prima che i romani prendessero il sopravvento e, dopo la caduta dell’Impero Romano, altri popoli vi esercitarono il loro dominio, fra cui Bizantini, Longobardi, Normanni e Svevi.

E’ stata per molti secoli possedimento dello Stato Pontificio, a cui si deve nel 1850 l’istituzione della provincia di Marittima, lungo il litorale tirrenico, e Campagna, comprendente il territorio tra il Garigliano ed i Colli Albani.

Le due realtà furono riunite nel 1927 con l’istituzione della provincia di Frosinone.

E’ un territorio ricco di fascino, che offre incantevoli paesaggi, preziose testimonianze architettoniche e culturali, la cui storia millenaria si svela attraverso gli interessanti resti archelogici, i fortificati castelli, i pittorechi paesini arroccati in cima alla collina e le maestose abbazie.

Segnaliamo i centri di Ferentino, Alatri, Veroli, Arpino, Atina, Anagni e l’Abbazia di Montecassino.

Mappa del sito