Birmania: informazioni turistiche utili

Informazioni turistiche Birmania, comprendenti tutte le cose utili da sapere prima della partenza per un viaggio o una vacanza in questo stato dell’Asia sud-orientale.

cartina birmania

Birmania in breve

  • Capitale: Naypyidaw
  • Superficie in kmq: 676.756
  • Numero di abitanti: 47.963.012 (2010)
  • Religione: Buddhismo Theravada (circa 89%), Cristianesimo (circa 5%), Islamismo (circa 4%), Animismo (1%), Induismo (0,5%) ed altro (0,5%).

Dove si trova

bandiera birmania La Birmania o Myanmar, è uno stato dell’Asia sud-orientale che si affaccia a ovest sul Golfo del Bengala e a sud-ovest sul Mar delle Andamane. Confina con la Cina a nord-est, il Laos a est, la Thailandia a sud-est, Il Bangladesh e l’India a nord-ovest.

Il territorio della Birmania, che comprende parte della costa occidentale della penisola indocinese, è formato nella parte settentrionale da una vasta regione montuosa.

Nella parte occidentale sono presenti una serie di rilievi che costituiscono le ultime propaggini del sistema himalaiano, dalle forme aspre ed elevate a nord.

A sud i rilievi si assottigliano nella catena dell’Arakan che chiude, a Capo Negrais, il Golfo del Bengala.

Nella parte orientale del paese si estende il vasto altopiano di Shan, arido a nord e ricco di vegetazione a sud, il quale si allunga a formare la regione sud-orientale del Tenasserim, caratterizzata da rilievi che in senso longitudinale scendono spesso a picco sul mare, formando coste alte e rocciose.

La parte centrale del paese è occupata da una vasta zona pianeggiante, dove una catena montuosa formata da basse colline (Pegu Yoma), separa il corso inferiore dell’Irrawaddy, da quello del Sittang che scorre parallelo.

Idrografia

Il fiume principale della Birmania è l’Irrawaddy, che attraversa da nord a sud tutto il paese, è in buona parte navigabile e sfocia nel golfo di Martaban, rientrante nel Mar delle Andamane, formando un grande delta.

Altri importanti fiumi attraversano il territorio della Birmania, fra questi lo Salween, il Chindwin, il Mekong,che segna il confine con il Laos, il Sittang e il Twante Chaung.

Clima

Il clima della Birmania è di tipo tropicale, sottoposto all’influsso dei monsoni, con un’estate calda, da giugno a settembre, caratterizzata da forte piovosità, soprattutto nella parte meridionale del paese, e un inverno mite, da dicembre ad aprile, scarsamente piovoso.

Le temperature, che registrano modeste escursioni annue, sui rilievi settentrionali variano da miti a rigide, a seconda dell’altitudine.

Popolazione

La popolazione è formata in maggioranza da birmani (circa 70%).

Il rimanente è costituito da numerosi gruppi etnici minori, fra cui i Mon, i Karen, gli Shan, i Kachin, i Kayah, e i Chin.

Inoltre sono presenti molti immigrati cinesi, pakistani, thailandesi e indiani.

Fuso orario

Il fuso orario in Birmania è 5,30 ore avanti rispetto all’Italia e 4, 30 ore avanti quando in Italia è in vigore l’ora legale.

Lingua parlata

La lingua ufficiale della Birmania è il birmano.

Economia

La Birmania, nonostante le sue ricchezze naturali, è un paese povero.

La popolazione si dedica in gran parte all’agricoltura, il riso è la coltivazione principale, seguita dal cotone, canna da zucchero, tabacco ed altro.

Purtroppo ci sono anche molte coltivazioni di papavero da oppio, che alimentano la produzione e il traffico di droga.

Notevoli sono anche le risorse forestali, i giacimenti minerari, di gas e di petrolio, ma il controllo socio-economico da parte del regime al potere, rende molto difficile il cambiamento che sarebbe necessario per uscire dall’isolamento.

Quando andare

Il periodo migliore per visitare la Birmania va da novembre a febbraio, quando la stagione è secca.

Documenti necessari viaggi Birmania

Per entrare in Birmania è necessario il passaporto con validà residua di almeno sei mesi dalla data d’ingresso nel paese.

Il visto d’ingresso (quello turistico è valido 28 giorni) è necessario e viene rilasciato dall’Ambasciata della Birmania a Roma.

Telefono

– Per telefonare dall’Italia in Birmania il prefisso internazionale è: 0095

– Per telefonare dalla Birmania in Italia il prefisso internazionale è: 0039

Chiamare dal telefono fisso è costoso ed anche la rete telefonica mobile è molto carente per insufficienza di tecnologia e infrastrutture.

E’ consigliato l’uso degli internet café, ma per poter accedere al servizio occorre esibire passaporto, indirizzo di residenza e recapito telefonico birmani, e comunque in molti casi la connessione è lenta con conseguente accessibilità ai siti di scarsa qualità.

Elettricità

La corrente elettrica in Birmania è a 230V 50 Hz. Le prese sono di tipo C (Europea 2 poli), D (Britannica vecchio tipo a 3 poli), F (Tedesca a 2 poli con contatti di terra laterali).

Il tipo G (Britannica a 3 poli) è presente quasi esclusivamente nei migliori alberghi. Pertanto è opportuno munirsi di adattatore per le prese.

Moneta e carta di credito

La moneta ufficiale della Birmania è il Kyat.

Per i pagamenti è bene arrivare nel paese con valuta contante, preferibilmente dollari USA, perchè non è possibile prelevare, usare bancomat o carta di credito sul posto.

Per il cambio della valuta sono da evitare gli sportelli di cambio ufficiali (aeroporto o banche), il tasso di cambio è molto sfavorevole.

E’ consigliato invece rivolgersi a negozi, alberghi o ristoranti.

Come arrivare

Dall’europa molte compagnie aeree offrono voli per Bangkok (Thailandia), lo scalo più utilizzato per raggiungere Yangon, poichè dall’Italia non ci sono voli diretti per la Birmania.

Il paese è accessibile via aerea solo dall’aeroporto di Yangon.

Tra le compagnie aeree più utilizzate: Malaysia Airlines (scalo a Kuala Lumpur), Singapore Airlines (scalo a Singapore), Thai Airways Airlines (scalo a Bangkok).

Vaccinazioni

Per entrare in Birmania non sono richieste vaccinazioni obbligatorie. La profilassi antimalarica è consigliata in quanto il rischio di Malaria è presente soprattutto nella forma maligna da Pl.

Falciparum, al di sotto dei 1.000 metri nelle seguenti zone
– per tutto l’anno nello Stato di Karen.

– da Marzo a Dicembre negli Stati di Chin, Kachin, Kayah, Mon, Rakhine e Shan, nel Pegu Div. e nei comuni di Hlegu, Hmawbi e Taikkyi di Yangon (ex Rangoon) Div.

– Da Aprile a Dicembre nelle zone rurali di Tenasserim Div.

– Da Maggio a Dicembre nell’Irrawaddy Div. e nelle zone rurali di Mandalay Div.

– Da Giugno a Novembre nelle zone rurali di Magwe Div. ed in Sagaing Div.

Inoltre è consigliata, previo consulto medico, la vaccinazione contro il tifo, il tetano, l’epatite A e B.

E’ utile seguire alcuni accorgimenti igienici, bere solo acqua imbottigliata senza aggiunta di ghiaccio, mangiare carni e verdure solamente cotte, la frutta solo se sbucciata personalmente.

Prima della partenza è opportuno stipulare un’assicurazione sanitaria che copra le spese mediche ed un eventuale rimpatrio.

Mappa del sito