Aruba: cosa vedere nella piccola isola dei Caraibi

Cosa vedere a Aruba, itinerario comprendente i principali luoghi di interesse, tra cui le spiagge più belle, oltre a escursioni nelle piantagioni di cocco e nel Parco nazionale Arikok.

parco nazionale arikok aruba

Turismo Aruba

Isola situata a nord rispetto al Venezuela e immersa nel Mare dei Caraibi, Aruba è una dipendenza dei Paesi Bassi facente parte dell’America centrale caraibica.

Il territorio è prevalentemente pianeggiante, caratterizzato da pochissimi corsi d’acqua e clima secco, fattore quest’ultimo che non favorisce la crescita della vegetazione.

Nella parte centrale si trova la catena delle Rolling Hills, di cui le cime maggiori sono Hooiberg e Jamanota, che rappresentano anche i due punti con maggiore altitudine.

Per quanto riguarda le condizioni climatiche, queste sono caratterizzate da un clima tropicale, reso piacevole dall’influenza mitigante del mare, al punto che la temperatura è praticamente costante, con valori intorno ai ventotto gradi centigradi per l’intero arco dell’anno.

L’isola è interessata dai venti alisei provenienti dall’oceano Atlantico, le precitazioni piovose su base annuale sono estremamente scarse, fatta eccezione per il periodo autunnale.

Il tenore di vita della popolazione di Aruba è tra i più elevati, rispetto ad altre situazioni presenti nella zona geografica dei Caraibi, gran parte dell’economia è basata su attività legate al turismo.

Altro settore economicamente rilevante è quello petrolifero.

L’isola di Aruba gode di un’importanza turistica notevole, grazie soprattutto alla qualità delle sue spiagge di sabbia bianca, situate prevalentemente a ovest e a sud.

L’industria del turismo è molto ben organizzata, con l’intento primario di soddisfare una vasta gamma di interessi diversi.

Non mancano le spiagge isolate, ideali per godere di una maggiore riservattezza, la possibilità di effettuare escursioni da soli e l’occasione per divertirsi nelle ore notturne, approfittando dei numerosi locali, nei quali sono spesso organizzate feste e manifestazioni folcloristiche.

Tra le escursioni consigliate rientrano la visita a una piantagione di cocco e quella al Parco Nazionale Arikok, dove osservare da vicino la flora esotica e la fauna selvatica.

Gli amanti dello sport possono praticare immersioni, windsurf, sci d’acqua, gite in barca, pesca d’altura, golf, racquetball, equitazione e perfino bowling.

Gli alberghi offrono tutti una vasta gamma di proposte, pensate per singoli, coppie e famiglie con bambini.

Da segnalare che l’ospitalità della gente del posto è molto elevata, fattore che contribuisce in larga misura all’incremento del numero dei turisti, richiamati a trascorrere le loro vacanze nelle paradisiache spiagge di Aruba.