Kenya: informazioni turistiche utili viaggio

Cose da sapere per andare in Kenya, consigli utili per organizzare nello stato africano, quando andare, documenti e come arrivare.

cartina Kenya

Kenya in breve

  • Capitale: Nairobi
  • Superficie in kmq: 582.646
  • Numero di abitanti: 37.537.715 (2007)
  • Religione: animisti, cattolici, protestanti, riti e credenze indigene, musulmani.

Dove si trova

bandiera kenya Il Kenya è uno stato dell’Africa orientale e confina a nord con Etiopia e Sudan, a ovest con l’Uganda, a sud con la Tanzania, a nord est con la Somalia e ad est è bagnato dall’Oceano Indiano.

La fascia costiera di oltre 400 km. bassa e fertile si eleva procedendo verso l’interno del paese, dove il territorio è costituito in maggior parte da altipiani interrotti da isolati gruppi montuosi e da fosse di sprofondamento, alcune delle quali occupate da laghi, come il Lago Turkana, il cui bacino è formato dalla frattura della Rift Valley, ai cui lati si innalzano massicci vulcanici, fra cui il Monte Kenya che, con i suoi 5199 metri di altitudine, è uno dei monti più alti dell’Africa.

L’altipiano degrada a nord, dove si estende un vasto tavolato desertico e ad ovest verso il Lago Vittoria.

Idrografia

I fiumi principali del Kenya sono il Tana ed il Galana, sfociano nell’Oceano Indiano ed hanno un regime che varia a seconda delle precipitazioni piovose. Il lago più grande del paese è il Turkana. Solo una piccola parte del lago Vittoria appartiene al Kenya.

Clima

Il Kenya è attraversato dell’equatore che ne influenza le caratteristiche climatiche insieme ad altri fattori, come l’altitudine e la vicinanza dell’oceano.

Infatti il clima è molto caldo e umido nelle regioni costiere e più mite ed asciutto nelle regioni interne, a seconda dell’altitudine, mentre a nord il clima è caldo ma con precipitazioni scarse.

Le piogge sono concentrate in due periodi dell’anno, da marzo e a maggio le grandi piogge, da ottobre a dicembre le piccole piogge, brevi ma intense.

Le differenti condizioni climatiche consentono la presenza di vari tipi di vegetazione e animali tra cui elefanti, rinoceronti, zebre, giraffe e leoni, presenti soprattutto nelle savane.

Popolazione

La popolazione del Kenya è formata in maggior parte da neri che si dividono in due gruppi: i Bantu e i Nilo Camitici.

Questi due gruppi sono formati da numerose tribù, di cui la più grande e potente politicamente è la tribù dei Kikuyu.

Inoltre ci sono minoranze di arabi, indo-pachistani ed europei.

Fuso orario

In Kenya occorre spostare le lancette dell’orologio 2 ore avanti rispetto all’Italia. (1 ora avanti quando in Italia è in vigore l’ora legale).

Lingua parlata

Le lingue ufficiali del Kenya sono l’inglese e lo kiswahili. Inoltre vengono parlate numerose lingue tribali.

Economia

L’economia del Kenya è in una situazione molto difficile, ha bisogno degli aiuti economici internazionali, alla popolazione mancano tante cose e molte necessità primarie non vengono soddisfatte.

Il paese ha una crescita demografica fra le più alte del mondo. Dato la scarsità di risorse minerarie e combustibili, l’agricoltura è la principale attività ed il turismo grazie ai parchi naturali, dove la natura è rigorosamente preservata, è un elemento molto importante per l’economia del paese.

La maggioranza dei terreni fertili appartiene a multinazionali straniere, che producono caffè, tè e frutta, destinati all’esportazione, mentre i contadini si dedicano ad un’agricoltura di sussistenza.

L’industria è presente nelle città di Nairobi e Mombasa in settori che non richiedono l’utilizzo di alta tecnologia.

Quando andare

Per visitare il Kenya i periodi da preferire sono da metà dicembre a metà marzo oppure da luglio ad ottobre (i mesi di alta stagione sono gennaio/febbraio). Sulla costa i mesi di aprile e maggio sono da evitare a causa delle piogge.

Documenti necessari

Per entrare in Kenya occorre il passaporto che deve avere almeno due pagine bianche e una validità residua di almeno sei mesi dal momento della richiesta del visto.

Inoltre bisogna essere in possesso del biglietto aereo di andata e ritorno.

E’ necessario il visto d’ingresso che può essere richiesto presso l’Ambasciata del Kenya a Roma o direttamente in aeroporto, presentando la foto tessera, il passaporto e compilando un modulo di richiesta.

Telefono

– Il prefisso internazionale per telefonare dall’Italia in Kenya è: 00254

– Il prefisso internazionale per telefonare dal Kenya in Italia è: 0039

I cellulari GSM dual band funzionano.

Elettricità

La corrente elettrica in Kenya è a 240V 50 Hz. Prese tipo D, G

Moneta e carta di credito

La moneta ufficiale del Kenya è lo scellino kenyota (KSh).

Gli euro si cambiano facilmente presso le banche e gli uffici di cambio.

Le carte di credito sono accettate solo nei grandi centri.

La valuta kenyota non è esportabile (massimo KSh 200,00 a persona), quindi è consigliabile cambiare la valuta un poco per volta.

Come arrivare

Aereo
La compagnia aerea Meridiana fly offre voli per Mombasa con partenze da Bologna, Roma Fiumicino e Milano Malpensa.

Voli con partenza da Roma e Milano con destinazione Mombasa sono offerti anche dalla compagnia aerea Lauda/Livingston.

Numerosi sono i voli interni che collegano le varie località, parchi e riserve del paese.

Vaccinazioni

Per il Kenya non sono richieste vaccinazioni obbligatorie, comunque sono consigliate le vaccinazioni antitifica, febbre gialla, profilassi antimalarica.

Prima della partenza è consigliato di stipulare un’assicurazione sanitaria ed è raccomandato di bere solo acqua imbottigliata, senza aggiunta di ghiaccio, non mangiare cibi crudi, anche negli alberghi e nei ristoranti, ed evitare di comprare cibi dalle bancarelle.