Venafro: cosa vedere, Castello Pandone, Museo Nazionale

Cosa vedere a Venafro, itinerario comprendente i principali monumenti e luoghi d’interesse, tra cui Anfiteatro Romanno, Cattedrale, Castello Pandone e Museo Nazionale.

Castello Pandone - Venafro

Turismo Venafro

Conosciuto anticamente col nome di Venafrum, il paese molisano si estende ai piedi del monte Santa Croce nella Valle del fiume Volturno.

Nel centro abitato e nella zona circostante sono presenti interessanti resti di epoca romana, tra cui il teatro, l’anfiteatro e l’imponente acquedotto venafrano.

Tra i monumenti di maggiore interesse artistico rientra la bella cattedrale di epoca tardo-romanica, di cui merita evidenziare il portale centrale della facciata, ornato nell’archivolto da due leoni, le tre absidi edificate servendosi di materiali funerari romani e i meravigliosi affreschi interni risalenti a epoca compresa tra il 1300 e il 1400.

Palazzo Caracciolo, è una fortezza merlata del 1400 con presenza di elementi decorativi rinascimentali.

Degna di nota è la barocca Chiesa dell’Annunziata, frutto di un notevole rifacimento comprendente i resti dell’antica facciata romanica.

Il Museo arheologico, ospitato nel convento sconsacrato di Santa Chiara, custodisce interessanti testimonianze relative alla Venafro romana.

Il Castello Pandone, trae origine da una fortificazione romana, costruita sopra i resti di una costruzione preesistente di origine sannita.

In epoca longobarda, intorno al decimo secolo, venne eretto nello stesso complesso, un recinto quadrangolare comprendente alcune torri, tra cui risalta quella posta sul lato nord dell’odierno castello.

All’interno si possono ammirare uno scalone trecentesco, oltre al piano nobile e al ballatoio dei Cavalli da Corsa.

Di notevole interesse sono la bella loggia caratterizzata da arcate e la Sala del Cavallo di Carlo V, esemplare donato all’imperatore in segno di gratitudine per aver investito il Conte Enrico della prestigiosa carica di duca a Boiano.

In un ala del Castello è ospitato il Museo Nazionale del Molise, dove sono conservate opere pittoriche di età paleocristiana e moderna.

Altri spazi che meritano di essere visti nel Castello di Venafro, a completamento della visita, sono il Salone dei Conti, la Sala del Teatrino e l’incantevole giardino.