Thailandia: informazioni turistiche utili

Informazioni turistiche Thailandia, con tutte le cose utili da sapere prima della partenza per un viaggio o una vacanza in questo stato dell’Asia sud-orientale.

cartina Thailandia
cartina Thailandia

Thailandia in breve

  • Capitale: Bangkok
  • Superficie in kmq: 513.115
  • Numero di abitanti: 63.883.661 (2006)
  • Religione: prevalente il buddhismo, minoranza musulmana

Dove si trova

bandiera thailandia Situata nell’Asia sud orientale, nella penisola indocinese, la Thailandia confina a ovest e nord ovest con la Birmania, a nord est e a est con il Laos, a sud est con la Cambogia, a sud con la Malaysia. Si affaccia al Mar delle Andamane a ovest e al golfo del Siam ad est.

Il paese è formato da un’estesa pianura centrale, corrispondente alla fertile valle del fiume Menam Chao Phraya. Le terre aride dell’altipiano Khorat si trovano ad est, mentre a nord la Thailandia è chiusa dall’altipiano birmano di Shan e dalle propaggini sud occidentali del sistema montuoso laotiano.

I rilievi proseguono verso sud formando una lunga catena al confine con la Birmania, delineando così la parte occidentale della pianura del Menam. Vastissime foreste pluviali ricoprono le alteterre del paese.

Idrografia

Il fiume Menam Chao Phraya che si getta nel golfo del Siam ed ha un regime condizionato dalle piogge monsoniche, è il più importante della Thailandia. Ad est del paese, il fiume Mekong segna per oltre 800 Km. il confine con il Laos.

Clima

Il clima della Thailandia, sottoposto all’influsso dei monsoni, si differenzia in tre stagioni che riguardano la parte orientale, settentrionale e centrale del paese e due sole stagioni che riguardano la parte meridionale.

A nord, ad est e nel centro del paese

– da metà ottobre/inizio novembre a gennaio, stagione fresca (temperature dai 18° ai 32° C , con meno umidità)

– da febbraio ad aprile/maggio, stagione calda (temperature oltre i 40° C, forte umidità, senza piogge)

– da giugno ad ottobre, stagione delle piogge (con caratteristiche diverse a seconda della regioni).

Sud
Al sud si passa direttamente dalla stagione delle piogge a quella calda, poiché la stagione delle piogge si protrae più a lungo, rispetto alle altre regioni.

Popolazione

La popolazione della Thailandia appartiene al gruppo etnico del Thai. La principale minoranza è costituita da cinesi.

Altri gruppi sono formati da musulmani di lingua malese che vivono nel sud, dalle tribù delle colline a nord e da rifugiati cambogiani e vietnamiti a est.

La maggioranza della popolazione vive in zone rurali.

Fuso orario

In Thailandia occorre spostare le lancette dell’orologio 6 ore avanti rispetto all’Italia, 5 ore avanti quando in Italia c’è l’ora legale.

Lingua parlata

La lingua ufficiale della Thailandia è la lingua thai. Diffuso l’inglese nella capitale Bangkok e nelle principali località turistiche.

Economia

L’agricoltura, nonostante venga praticata con metodi che risultano essere poco redditizi per i contadini che ci lavorano, è alla base dell’economia thailandese.

Il prodotto principale è il riso, che oltre ad essere largamente esportato, rappresenta l’alimento base per la popolazione.

Altri prodotti agricoli sono: mais, sorgo, manioca, fagioli, patate dolci, cipolle, canna da zucchero e nelle regioni costiere peninsulari, frutta tropicale.

Fra le colture industriali sono importanti Hevea, caucciù, arachidi, sesamo, soia, cotone, iuta, kenaf, palma da cocco, tabacco e pepe. E’ praticato l’allevamento di bovini, bufali, suini, soprattutto nell’altipiano del Khorat.

Rilevante anche la pesca, soprattutto nel Golfo del Siam. Le risorse minerarie più consistenti sono rappresentate dallo stagno, ma si ricava anche tungsteno, ferro, piombo e pietre preziose.

Da sottolineare la ricchezza di foreste e l’importante risorsa (lo sfruttamento è in mano a società straniere) degli alberi di teak.

Lo sviluppo industriale ha subito un ritardo dovuto alla mancanza di riserve energetiche e alla carenza di manodopera qualificata, ma è comunque presente in vari settori (trasformazione di prodotti agricoli, tessile, chimico, del cemento e metalmeccanico).

Il settore del turismo è molto importante per questo paese, che deve ancora superare notevoli difficoltà per raggiungere un buon sviluppo economico.

Quando andare

Il mesi migliori per visitare molto luoghi della Thailandia vanno da novembre a febbraio, (temperature più basse e meno umidità).

Per visitare il sud del paese sono indicati i mesi di marzo, aprile e maggio, per visitare il nord invece il periodo migliore è compreso fra fine novembre/inizio dicembre, oppure il mese di febbraio.

I mesi peggiori per visitare Bangkok sono aprile (troppo caldo) ed ottobre (piogge torrenziali). La Thailandia riceve il maggior numero di turisti nei mesi di dicembre e agosto.

Documenti richiesti

Per entrare in Thailandia i cittadini italiani devono essere in possesso del passaporto, che deve avere validità residua di almeno 6 mesi dal momento dell’arrivo nel paese.

I turisti, per legge, devono sempre portare con sé il proprio passaporto.

Il visto turistico non è necessario per soggiorni inferiori a 30 giorni; il periodo è estendibile di una settimana, consultando l’ufficio immigrazioni in Thailandia.

Per chi desidera fermarsi più a lungo a scopo turistico, occorre il visto, che viene rilasciato dal Consolato thailandese a Milano o dall’Ambasciata Thailandese a Roma, ha una durata di 60 giorni e può essere esteso di ulteriori 30 giorni a discrezione delle autorità dell’ufficio immigrazione thailandese.

Telefono

– Il prefisso internazionale per telefonare dall’Italia in Thailandia è: 0066

– Il prefisso internazionale per telefonare dalla Thailandia in Italia è: 00139

Per quanto riguarda i cellulari (la copertura è abbastanza buona), conviene di più usare schede locali rispetto al roaming.

Inoltre sono diffuse cabine telefoniche abilitate alle chiamate internazionali e varie postazioni internet.

Elettricità

La corrente elettrica è a 220 V 50 Hz – Prese elettriche tipo A e C

Moneta e carta di credito

La moneta ufficiale della Thailandia è il baht. Gli euro e i dollari sono facilmente convertibili presso gli istituti di credito.

I travellers’ cheque sono graditi.

Le carte di credito (Visa, Mastercard) sono utili per il prelievo agli sportelli automatici, ma non sono sempre accettate negli alberghi e nei negozi.

Come arrivare

La compagnia aerea thailandese Thai Airways Intl collega con voli diretti l’Italia a Bangkok.

Inoltre varie compagnie aeree europee collegano Bangkok con i principali scali europei.

Organizzano voli per la Thailandia anche Emirates, Singapore Airlines, China Airlines ed altre compagnie aeree internazionali.

Vaccinazioni

Per andare in Thailandia non ci sono vaccinazioni obbligatorie da fare.

La vaccinazione contro la febbre gialla è richiesta solo ai viaggiatori (di età superiore ad un anno) provenienti da aree dove è presente il rischio di trasmissione della malattia.

Comunque sono consigliate le vaccinazioni contro l’epatite A e B.

Il rischio malaria è presente nelle zone rurali (durante tutto l’anno), non c’è rischio nelle città e nelle principali località turistiche.

Inoltre è bene rispettare alcune norme igieniche, tra cui bere solo acqua imbottigliata, non aggiungere ghiaccio alle bevande, non mangiare cibi e verdura cruda e mangiare la frutta solo se sbucciata personalmente.