cartina Sudafrica

Sudafrica: informazioni turistiche utili

Informazioni turistiche Sudafrica, comprendenti tutte le cose utili da sapere prima della partenza per un viaggio o una vacanza nella Repubblica Sudafricana.

Sudafrica in breve

  • Capitale: Città del Capo (legislativa) Pretoria (amministrativa) Bloemfontein (giudiziaria)
  • Superficie in kmq: 1.220.813
  • Numero di abitanti: 48.576.764 (2007)
  • Religione: maggioranza protestante oltre a cattolici, animisti e piccole minoranze di musulmani e hindu.

Dove si trova

bandiera sudafrica La Repubblica Sudafricana o Sudafrica è uno Stato dell’Africa australe, confina a nord con la Namibia, il Botswana e lo Zimbabwe, a nord est con il Mozambico e lo Swaziland.

Il Lesotho si trova all’interno dei confini sudafricani.

La costa occidentale è bagnata dall’Oceano Atlantico e la costa orientale dall’Oceano Indiano.

Il territorio è formato in maggior parte da un tavolato molto antico, delimitato da rilievi che digradano a sbalzi verso la pianura costiera, larga da 80 a 400 Km, formando una grande scarpata, solo nella zona della Penisola del Capo, le formazioni rocciose arrivano direttamente sull’Oceano con una successione di promontori.

I rilievi maggiori sono i Monti dei Draghi, con la vetta Injasuti alta 3.446 metri.

Il parco più famoso di questa regione è il Royal Natal National Park, dove si trovano le sorgenti del Tugela e le cascate Tugela Falls, seconde del mondo per altezza.

Fra le isole del Sudafrica, le principali sono le Isole del Principe Edoardo, che si trovano a circa 1770 km. a sud est di Port Elizabeth.

Idrografia

I fiumi del Sudafrica sono difficilmente navigabili, in quanto hanno una portata d’acqua irregolare e il loro percorso incontra ampi dislivelli.

Il fiume più lungo è l’Orange, che nasce nel Lesotho e sfocia nell’Oceano Atlantico, dopo aver segnato per un tratto anche il confine con la Namibia, i suoi maggiori affluenti sono i il Vaal ed il Molopo.

Il fiume Limpopo nasce in Sudafrica e sfocia nell’Oceano Indiano dopo aver attraversato il Mozambico. Tra i laghi del Sudafrica ci sono il Grootvloer ed il Saint Lucia.

Clima

La Repubblica Sudafricana, trovandosi nell’emisfero australe, ha le stagioni invertite rispetto all’Italia.

La parte meridionale del paese è caratterizzata da un clima mediterraneo con temperature miti e precipitazioni nel periodo invernale.

La costa orientale dell’Oceano Indiano e la Grande Scarpata godono di un clima tropicale caldo-umido, con abbondanti precipitazioni estive, che diminuiscono proseguendo verso l’interno e verso le coste dell’Atlantico.

Popolazione

La maggioranza della popolazione è formata da neri bantu (ca. 75%), che comprendono gli indigeni nativi e gli immigrati come schiavi da altri paesi dell’Africa.

Il rimanente è costituito da bianchi (circa 13%), rappresentati dai discendenti dei coloni inglesi, olandesi, fiamminghi e tedeschi, meticci (circa 9%), asiatici (circa 3%), discendenti in prevalenza da indiani, che arrivarono in Sud Africa verso la metà del 1800 per lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero.

Fuso orario

Nella Repubblica Sudafricana occorre spostare le lancette dell’orologio un’ora avanti rispetto all’Italia.

Quando in Italia è in vigore l’ora legale non c’è nessuna differenza di orario.

Lingua parlata

Nella Repubblica Sudafricana ci sono 11 lingue ufficiali.

Due sono lingue indoeuropee, afrikaans e inglese, mentre nove sono lingue bantu, ndebele, sesotho, sesotho del nord, siswati, tsonga, tswana, venda, xhosa, zulu.

Le lingue maggiormente parlate sono zulu, xhosa, afrikaans e inglese.

Economia

La Repubblica Sudafricana è la nazione economicamente più sviluppata del continente africano.

Nel paese è in corso un processo di riconciliazione, orientato al superamento delle grandi disuguaglianze sociali provocate dal sistema dell’apartheid, che è finito nel 1990 con la liberazione di Nelson Mandela.

Intanto l’economia sudafricana ha subito una notevole trasformazione, da una struttura fondata prevalentemente sul settore primario, agricolo e minerario è passata ad un sistema economico dove prevalgono il settore terziario ed il settore manifatturiero.

Da evidenziare le notevoli risorse minerarie del paese.

I giacimenti più importanti riguardano oro e diamanti, ma si estraggono anche carbone, cromite, titanio, manganese, platino, argento, ferro, nichel, rame e stagno.

Quando andare

In Sudafrica le stagioni sono invertite rispetto alle nostre.

Gli inverni sono miti (a parte le zone ad alte quote) ed in estate non fa eccessivamente caldo, escluso le regioni centrali e nord occidentali, dove le temperature sono più elevate.

Nella parte orientale, sulla costa del Natal, si possono fare i bagni di mare tutto l’anno.

Il periodo migliore per osservare la fauna selvatica (per esempio visitare il Parco Kruger), va da maggio a novembre.

Nei mesi di agosto e settembre fiorisce il deserto del Namaqualand, una zona desertica che in primavera si ricopre di una grande varietà fiori.

Per avvistare le balene i mesi ideali sono tra luglio e novembre.

Documenti necessari

Ai cittadini italiani per visitare il Sudafrica occorre il passaporto in corso di validità, per un periodo residuo minimo di almeno 30 giorni, dopo la prevista data di rientro in Italia, anche se è consigliabile che la validità residua non sia inferiore ai 6 mesi.

Il passaporto deve avere due pagine bianche nella sezione riservata ai visti d’ingresso, affinché rimanga lo spazio per la vignetta obbligatoria relativa al permesso di soggiorno temporaneo.

Il visto non è richiesto fino a 90 giorni di permanenza nel paese.

Telefono

– Il prefisso internazionale per telefonare dall’Italia in Sudafrica è: 0027

– Il prefisso internazionale per telefonare dal Sudafrica in Italia è: 0939

I cellulari GSM funzionano in quasi tutto il paese.

Elettricità

La corrente elettrica è a 220/230 V 50 Hz. Le spine sono di tipo tripolare, pertanto è necessario un adattatore.

Moneta e carta di credito

La moneta ufficiale della Repubblica Sudafricana è il Rand.

E’ possibile cambiare gli euro presso le banche, gli uffici di cambio, gli aeroporti ed i maggiori Hotel.

Per i pagamenti sono accettate la maggior parte delle carte di credito ed i travellers’ cheque.

Ai distributori di benzina delle località minori non è possibile pagare con la carta di credito.

Come arrivare

Dall’Italia non ci sono voli diretti per il Sudafrica.

I voli disponibili, con scalo intermedio, sono organizzati dalle seguenti Compagnie aeree:

– South African Airways (SAA) la compagnia di bandiera sudafricana (scalo a Francoforte o Monaco).

– British Airways, Tap Air Portugal, Air France, Emirates, Klm. Lufthansa.

Vaccinazioni

Non è obbligatoria nessuna vaccinazione, ma è tuttavia consigliata la profilassi antimalarica, in particolare nei mesi da ottobre a marzo, per alcune zone del paese, tra cui parco Kruger e riserve private limitrofe, oltre che nelle riserve del Kwazulu-Natal.

I medicinali antimalarici non servono se la visita si limita ai dintorni di Città del Capo e alla Garden Route.

Comunque, per le zone a rischio, è opportuno usare prodotti repellenti contro zanzare ed insetti.

Inoltre è bene stipulare prima della partenza un’assicurazione sanitaria che copra, in caso di necessità, le spese mediche e quelle relative a eventuale rimpatrio.