Cosa significa filantropo: definizione di filantropia

Definizione di filantropia e cosa vuol dire filantropo, etimologia del termine e atteggiamento amorevole verso altre persone.

cosa vuol dire filantropo

Significato di filantropo

Si definisce filantropo colui che che si adopera generosamente, con altruismo e amore per il prossimo, per apportare del bene a persone che hanno bisogno di aiuto.

Il termine filantropia, trae origine dal greco filìa, che significa amore, e anthropos, che significa uomo, rappresenta un sentimento volto al bene, che viene identificato con l’amore gratuito nei confronti del prossimo, caratterizzato da un’estrema opera di generosità senza scopo di lucro.

Tale vocabolo fu usato in origine dal Circolo degli Scipioni nel secondo secolo a.C., gruppo formato da cittadini romani, per indicare una predilezione a discutere su argomenti filosofici e letterari.

Ma nel secolo seguente Cicerone ne mutò il significato, dando a filantropia una definizione similare a quella attuale, identificandola con un puro sentimento di generosità e di immensa sensibilità.

A partire dalla venuta del Cristianesimo, venne distinta chiaramente la carità cristiana dalla filantropia, che vede la prima scaturire direttamente dall’amore di Dio verso l’uomo, il quale può a sua volta volgere il suo amore verso il prossimo, oltre che con doni materiali, comprendenti anche denaro, soprattutto con la presenza fisica e la testimonianza di una fede viva in Dio.

Mappa del sito