Cosa significa empatia: cogliere al volo uno stato d’animo

Definizione del termine empatia, cosa vuol dire quando si utilizza questa parola in modo appropriato, vantaggi per chi possiede questa capacità nell’aumentare la propria capacità di comprensione.

empatia: cosa vuol dire

Significato di empatia

Quando si parla di empatia ci si riferisce all’abilità di un individuo di capire immediatamente lo stato d’animo di un’altra persona, avendone subito chiara la situazione emotiva senza aver bisogno di comunicare verbalmente.

Derivante dal greco, il vocabolo empatia era usato in riferimento da un legame emozionale che univa l’autore del poema al suo pubblico, con una sentita partecipazione sia al sentimento di gioia o di dolore.

Avere il dono dell’empatia è, per esempio, molto apprezzabile in un medico curante, fatto che lo rende in grado di comprendere a fondo i sentimenti e le sofferenze provate dal paziente.

Empatia significa sentire nel profondo, è una capacità che crea un saldo legame interpersonale e, seppur assimilata come definizione al comune detto “mettersi nei panni dell’altro”, comporta anche un impegno a cercare di avvicinare al proprio mondo la persona oggetto di osservazione in una sorta di vicinanza solidale.

Si va ben oltre la comprensione, in quanto dall’atteggiamento esterno del saper guardare dentro capendo, si passa a qualcosa di più profondo e spirituale, cercando di immedesimarsi per capire ancora meglio cosa sta provando veramente in quel momento o periodo della sua vita.