Salmo 76

CommentoIl salmo 76 fu redatto dopo la sconfitta dell’esercito Assiro che aveva posto sotto assedio Gerusalemme, probabilmente a causa di un epidemia di colera. All’esultazione del popolo partecipa l’intera Giudea, che si era vista espugnare ben 46 città, la fede si risveglia ovunque grazie a Dio che si è manifestato, facendosi riconoscere nell’evolversi positivo degli eventi accaduti e in tutto Israele grande è il suo nome.

salmo 76

Salmo 76 completo

[1] Al maestro del coro. Su strumenti a corda con cetre. Salmo. Di Asaf. Canto.

[2] Dio è conosciuto in Giuda, in Israele è grande il suo nome.

[3] È in Gerusalemme la sua dimora, la sua abitazione, in Sion.

[4] Qui spezzò le saette dell’arco, lo scudo, la spada, la guerra.

[5] Splendido tu sei, o Potente, sui monti della preda;

[6] furono spogliati i valorosi, furono colti dal sonno, nessun prode ritrovava la sua mano.

[7] Dio di Giacobbe, alla tua minaccia, si arrestarono carri e cavalli.

[8] Tu sei terribile; chi ti resiste quando si scatena la tua ira?

[9] Dal cielo fai udire la sentenza: sbigottita la terra tace

[10] quando Dio si alza per giudicare, per salvare tutti gli umili della terra.

[11] L’uomo colpito dal tuo furore ti dà gloria, gli scampati dall’ira ti fanno festa.

[12] Fate voti al Signore vostro Dio e adempiteli, quanti lo circondano portino doni al Terribile,

[13] a lui che toglie il respiro ai potenti; è terribile per i re della terra.