Salmo 149: completo, commento

salmo 149
salmo 149

CommentoIl salmo 149 fu scritto probabilmente all’epoca di Neemia, quando i popoli confinanti volevano annientare coloro che erano ritornati dall’esilio. Inizia con l’invito a cantare al Signore un canto nuovo, lodandolo nell’assemblea dei fedeli riunita nel tempio, con l’intento di vincere gli avversari nemici di Dio e del popolo che Egli ha scelto, mostrando immagini simboliche di punizione.

Salmo 149 completo

[1] Alleluia. Cantate al Signore un canto nuovo; la sua lode nell’assemblea dei fedeli.

[2] Gioisca Israele nel suo Creatore, esultino nel loro Re i figli di Sion.

[3] Lodino il suo nome con danze, con timpani e cetre gli cantino inni.

[4] Il Signore ama il suo popolo, incorona gli umili di vittoria.

[5] Esultino i fedeli nella gloria, sorgano lieti dai loro giacigli.

[6] Le lodi di Dio sulla loro bocca e la spada a due tagli nelle loro mani,

[7] per compiere la vendetta tra i popoli e punire le genti;

[8] per stringere in catene i loro capi, i loro nobili in ceppi di ferro;

[9] per eseguire su di essi il giudizio già scritto: questa è la gloria per tutti i suoi fedeli. Alleluia.