Salmo 129: dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato

Nel salmo 129 parla di un uomo devoto, appena rientrato dall’esilo, che racconta il suo soffrire agli altri compagni di viaggio per testimoniare la sua fede in Dio nonostante le gravi sofferenze subite.

salmo 129

Lettura salmo 129 bibbia

[1] Canto delle ascensioni. Dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato, lo dica Israele,

[2] dalla giovinezza molto mi hanno perseguitato, ma non hanno prevalso.

[3] Sul mio dorso hanno arato gli aratori, hanno fatto lunghi solchi.

[4] Il Signore è giusto: ha spezzato il giogo degli empi.

[5] Siano confusi e volgano le spalle quanti odiano Sion.

[6] Siano come l’erba dei tetti: prima che sia strappata, dissecca;

[7] non se ne riempie la mano il mietitore, né il grembo chi raccoglie covoni.

[8] I passanti non possono dire: “La benedizione del Signore sia su di voi, vi benediciamo nel nome del Signore”.