Salmo 127: dono del Signore sono i figli, sua grazia il frutto

L’autore del salmo 127 intende ammonire che senza il Signore non è possibile raggiungere la sicurezza e il benessere vero, non serve a niente erigere case e mura a difesa delle città se non si è orientati a Dio.

salmo 127

Lettura salmo 127 bibbia

[1] Canto delle ascensioni. Di Salomone. Se il Signore non costruisce la casa, invano vi faticano i costruttori. Se il Signore non custodisce la città, invano veglia il custode.

[2] Invano vi alzate di buon mattino, tardi andate a riposare e mangiate pane di sudore: il Signore ne darà ai suoi amici nel sonno.

[3] Ecco, dono del Signore sono i figli, è sua grazia il frutto del grembo.

[4] Come frecce in mano a un eroe sono i figli della giovinezza.

[5] Beato l’uomo che ne ha piena la farètra: non resterà confuso quando verrà a trattare alla porta con i propri nemici.