Salmo 124: ci avrebbero inghiottiti vivi, nel furore della loro ira

Molto probabilmente il salmo 124 si riferisce al periodo in cui il popolo di Israele venne attaccato dalla coalizione composta da arabi e ammoniti, mentre aveva appena fatto ritorno dall’esilio e stava ricostruendo Gerusalemme. Grazie all’intervento di Dio, i nemici non ebbero la meglio. Nel cantico viene descritta la furia con cui combattevano gli avversari e verso la fine viene paragonata la liberazione ad un uccello che è riuscito a scampare al laccio dei cacciatori.

salmo 124

Lettura salmo 124 bibbia

[1] Canto delle ascensioni. Di Davide. Se il Signore non fosse stato con noi, lo dica Israele,

[2] se il Signore non fosse stato con noi, quando uomini ci assalirono,

[3] ci avrebbero inghiottiti vivi, nel furore della loro ira.

[4] Le acque ci avrebbero travolti; un torrente ci avrebbe sommersi,

[5] ci avrebbero travolti acque impetuose.

[6] Sia benedetto il Signore, che non ci ha lasciati, in preda ai loro denti.

[7] Noi siamo stati liberati come un uccello dal laccio dei cacciatori: il laccio si è spezzato e noi siamo scampati.

[8] Il nostro aiuto è nel nome del Signore che ha fatto cielo e terra.